Le jazére o sburti a Trieste nei palazzi più vecchi

jazéra o sburto

Sulle case più vetuste di Trieste si vedono ancora le cosiddette “”, chiamate localmente, in dialetto, “” o “”. Si tratta di una sporgenza della finestra che permette di guardar fuori senza prendere freddo o venir colpiti dalle raffiche di bora. Le edicole si trasformavano spesso in improvvisati frigoriferi di famiglia dov’era possibile conservare il burro o altri generi deperibili, da cui appunto il nome in vernacolo “jazére”. Oggi rappresentano una rarità e soprattutto una caratteristica della vecchia Trieste destinata a scomparire.

Siete appassionati di fotografia? Mandateci le foto degli sburti che incontrate, con la via e possibilmente il civico: saranno pubblicate nella prossima raccolta


info@informatrieste.eu

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...