Slovenia, ai vaccinati è sconsigliato viaggiare

Sempre più paesi stanno chiudendo i battenti e vogliono ulteriori garanzie che i passeggeri non corrano il rischio di diffondere infezioni

Come in Slovenia, il numero di persone infette sta crescendo altrove in Europa, quindi alcuni paesi hanno inasprito le misure.

A causa della rapida diffusione dell’infezione, è stata annunciata una sessione straordinaria del governo belga, poiché il numero di pazienti negli ospedali e il numero di decessi dovuti al covid sono aumentati significativamente anche in Belgio nell’ultima settimana. In Serbia, dal fine settimana precedente, è obbligatorio soddisfare la condizione PCT per entrare nei dopo le 22:00. Tuttavia, a causa del crescente numero di casi di infezione, le autorità hanno fortemente limitato la vita pubblica in Bulgaria e Romania. In Romania, dove il numero di persone infette sta crescendo in modo esponenziale, indossare di nuovo la mascherina è di nuovo obbligatorio in tutti i luoghi pubblici, anche all’aperto, e sono chiusi locali notturni, bar, scuole e asili nido, ha riferito la slovena.

Nel frattempo, molti sloveni vanno all’estero durante le vacanze. Come ha detto il capo del settore consolare Andrej Šter, il ministero degli Esteri sconsiglia di viaggiare a coloro che sono stati vaccinati o che si sono ripresi dal covid-19 e hanno il certificato Green Pass. “Queste persone non hanno davvero alcuna restrizione speciale per ora ” , ha spiegato Šter, “quindi si possono trovare più degli altri nelle situazioni a rischio”. È implicito in questo discorso il fatto che il vaccino non protegga dalla diffusione del virus, ma riduca il numero degli ospedalizzati.

green pass viaggio


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...