Se scarichi l’app puoi seguire in diretta la Barcolana

Barcolana 50

IL VENERDì DI BARCOLANA ALL’INSEGNA DELL’INTERNAZIONALIZZAZIONE CON LA PRIMA EDIZIONE DEL “GENERALI SAE TALK” E GLI OSPITI DELL’ISLAND SAILING CLUB E DEL ROYAL LONDON YACHT CLUB

OGGI IN MARE: BARCOLANA INVITATIONAL – VENEZIA GIULIA COLLIO CUP, BARCOLANA ONE DESIGN, LA REGATA PER GLI ARMATORI DELLA LEGA NAVALE, LA SPETTACOLARE FINE ART SAILS E L’ARRIVO DEL MIXED OFFSHORE EUROPEAN CHAMPIONSHIP

BARCOLANA 51 AD ALTO TASSO DI TECNOLOGIA: GRANDE SUCCESSO PER L’E-SAILING E IL NUOVO TRACKING BY KWINDOO DISPONIBILE PER TUTTI I REGATANTI

Trieste, 11 ottobre 2019 – Un venerdì come mai in passato in Barcolana: oltre cinquanta eventi, a terra e in mare, hanno caratterizzato oggi l’antivigilia di Barcolana51 presented by Generali. Una giornata caratterizzata da un omaggio all’Inghilterra, con i festeggiamenti serali per il gruppo di velisti inglesi presenti a Trieste grazie ai gemellaggi della Società Velica di Barcola e Grignano con l’Island Sailing Club e del Royal London Yacht Club con lo Yacht Club Adriaco. I velisti inglesi hanno partecipato, assieme a Francesco Ettorre, Riccardo Bonadeo, David Brunskill, Chicco Isenburg e Bruno Catalan, Dondo Ballanti, Piro Onoranti, Giovanni Sicola, Silvano Kapelj e al decano dei giornalisti d’oltre manica, Bob Fisher, anche alla eccezionale proiezione del documentario sul Fastnet del 1979 realizzato da Franco Pace. Poco prima, e prima delle numerose regate che hanno caratterizzato la giornata, Barcolana e il suo presenting sponsor, Generali, hanno organizzato la prima edizione del Generali Sea Talk, quest’anno dedicato alla Diversity, alla creazione di equipaggi e organizzazioni miste. A parlare del tema, a Palazzo Berlam – il Generali Sea Talk è stato infatti il primo evento organizzato nei nuovi spazi dopo l’inaugurazione – le due veliste testimonial della regata, la cinese Vicky Song e l’inglese Dee Caffari, assieme ad Anna Chiara Lucchini, General Group Head of Leadership Development and Academy di Generali e a Mitja Gialuz. “Quest’anno, per la prima volta – ha dichiarato Gialuz – abbiamo un equipaggio femminile competitivo in Barcolana, che punta alla vittoria. Da velista posso testimoniare che in barca non contano i generi ma solo l’abilità e il merito. Per la prossima edizione il tema del nostro evento, da svolgere lungo tutto l’anno, sarà proprio la Diversity: non vogliamo quote rosa, ma equipaggi dove le persone siano associate ai propri ruoli sulla base del talento e delle capacità, e non del proprio genere. Per ottenere questo risultato, oggi e soprattutto in futuro, dobbiamo tutti lavorare affinché sempre più giovani ragazze regalino e pratichino il nostro sport, un modo per potenziare il ruolo delle donne in tutta la società”. da velista so che in barca non esistono generi. la fiducia del altri si conquista lavorando sodo.”

ISCRITTI – Proseguono a ritmo serrato le iscrizioni in Società Velica di Barcola e Grignano, che alle 18.30 di oggi hanno raggiunto quota 1847 barche iscritte.

IN MARE – Il venerdì di Barcolana ha visto in mare la seconda edizione della Barcolana Invitational – Venezia Giulia Collio Cup, regata dedicata ai circoli del Golfo di Trieste, in senso allargato, che ogni anno portano in Barcolana centinaia e centinaia di velisti. 12 i team al via e pochissimo vento per le tre prove che hanno portato alla qualificazione per la stadium race serale di: Società Velica Oscar Cosulich, Società Velica di Barcola e Grignano, Yacht Club Cupa, Diporto Nautico Sistiana, Società Triestina della Vela, Società Triestina Sport del Mare, TPK Sirena, Società Nutica Pietas Julia, Yacht Club Adriaco e Circolo della Vela Muggia. In serata la stadium race che ha visto la vittoria di Società Triestina della Vela, secondo posto per Yacht Club Adriaco e terza posizione invece per Società Velica Oscar Cosulich.

BARCOLANA NASTRO ROSA – In tarda mattinata si è conclusa con la vittoria di Lisa Berger e Christian Kargl la prima edizione del Mixed offshore European Championship, promosso da Barcolana e da Nastro Rosa, l’evento organizzato da SSI che dal prossimo anno porterà nuovamente in mare il format del Giro d’Italia a vela. Il Mixed Offshore European Championship, ha visto l’equipaggio austriaco composto da Lisa Berger e Christian Kargl vincere dopo 187 miglia di navigazione, per buona parte in condizioni di vento leggerissimo. Partiti mercoledì da Venezia, di fronte Piazza San Marco, i sette equipaggi composti da due persone – un uomo e una donna – hanno prima attraversato l’Adriatico all’altezza di Rovigno, quindi sono scesi verso Sud fino all’Isola di Lussino prima di doppiare il faro di San Giovanni in Pelago e quindi fare rotta verso il Golfo di Trieste. Gli austriaci hanno tenuto la testa della flotta per buona parte della regata, seguiti dal team francese e da quello belga. L’arrivo è stato dato di fronte al terrapieno di Barcola dalla SVBG, che ha così festeggiato il primo campione europeo della nuova specialità olimpica, “in vigore” a partire dalle Olimpiadi del 2024. I blasonati team dell’Europeo mixed saranno protagonisti, con i loro scafi da 30 piedi, anche in Barcolana.
LE ALTRE REGATE – In mare oggi anche le Star, nella ormai tradizionale regata dedicata alla Andrew Simpson Foundation, la Fine Art Sails. Una serie di famosi artisti, delle vele da Star diventate uniche per essere state dipinte, i grandi campioni di questa leggendaria classe, il charity. Sono questi gli ingredienti di Fine Art Sails, un progetto internazionale che unisce vela, arte e charity, e celebra la signora delle derive, la Star, per una manifestazione nel segno della vela e dell’arte. La vittoria è andata a Danelon e Gazzetta (Yacht Club Adriaco) vincitori anche della scorsa edizione, secondi Planine e Armenio (Società Nautica Pietas Julia – Società Velica di Barcola e Grignano), Zlatich e Simoni (Società triestina della Vela) terzi.

Il Golfo ha ospitato anche la prima giornata della regata per monotipi, la Barcolana One Design, e la sfida, ormai sempreverde, tra i diversi equipaggi affiliati alle sezioni italiane della Lega Navale, la Barcolana Regata Armatori LNI.

E-SAILING, UN SUCCESSO SENZA PRECEDENTI – Che la Barcolana fosse la più grande regata del mondo era già chiaro, ma che potesse avere un così grande successo nella formula e-sailing non era davvero così scontato. Ieri, con l’apertura in piazza dell’Unità della e-sailing Academy, il numero di partecipanti alle qualificazioni per la grande finale della e-Barcolana di sabato sono saliti a oltre 130mila. Sono infatti più di 150mila i partecipanti all’evento, in tutto il mondo. Ci si può ancora qualificare, in tempo per le finali di domenica.
TRACKING BY KWINDOO – La piattaforma KWINDOO per il tracking è la novità di Barcolana 51 in grado si presentare la regata rendendola un’esperienza completamente nuova. La piattaforma infatti offre un modo semplice per tenere traccia della regata grazie all’hardware esterno ed i vantaggi della tecnologia mobile tradizionale. Da comunicato del Comitato di Regata, i Megayacht, Super Maxi ed altre imbarcazioni selezionate dal Comitato Organizzatore dovranno installare l’app “Kwindoo Tracking” su un cellulare portato a bordo durante la regata, entrare nell’evento “Barcolana” ed avviare il tracking della loro posizione dalle 09:45 di domenica fino a 15 minuti dopo l’arrivo. Il personale di supporto di Kwindoo sarà a disposizione di chi avesse bisogno di aiuto per installare l’app nella giornata di Sabato presso il banco delle iscrizioni. Anche tutti gli altri partecipanti potranno installarlo a piacere o chiunque voglia seguire in diretta la regata di domenica, a partire dalle 10.30, tramite l’app o al link: https://www.barcolana.it/it/25065/Tracking-by-Kwindoo.

MSC – MSC Mediterranean Shipping Company, la compagnia leader nel settore del trasporto marittimo containerizzato e della logistica, torna alla Barcolana dopo l’esperienza dell’anno scorso con la sua barca a vela MSC Team, una Psaros33 lunga 10 metri con vela principale da 48 metri quadrati e spinnaker da 140 metri quadrati.

L’equipaggio sarà composto dal tattico Nicolas Groux, Massimiliano Venezian (trimmer e Senior Vice President di MSC), Joel Kunzi (prodiere), Simone Arienti (albero), Sebastian Wittgenstein (Financial Director di MSC Group) come mainsail trimmer e il trimmer mate Mikis Psarofaghis.

DOMANI IN BARCOLANA – Il sabato di Barcolana si apre con Go To Barcolana from Slovenia by Kempinsky & MK Group, la regata regata che accompagna i velisti della Slovenia lungo la rotta verso Trieste, dando valore al legame che unisce i navigatori dell’Adriatico e che trasferisce le imbarcazioni in gruppo e con spirito competitivo. La partenza è prevista alle 11.00 da Portorose con arrivo davanti a piazza Unità d’Italia, mentre alle 17 è programmato il tradizionale ricevimento degli equipaggi con premiazione. Appuntamento con la tradizione alle 10.30 per la sfilata della Barcolana Classic – Trofeo SIAD grazie alla quale poter ammirare la signore del mare lungo le rive, con partenza ufficiale della regata alle 11.30. Ormeggiate lungo i moli dello Yacht Club Adriaco, le imbarcazioni della Classic danno vita a un meraviglioso museo della marineria a cielo aperto: dai grandi yacht che hanno solcato le rotte oceaniche alle piccole passere lussignane, dai restauri amorevoli condotti da locali maestri d’ascia, fino agli scafi usciti dalla matita di Sciarrelli. Sempre in mattinata, alle 11, la seconda parte delle prove per monotipo della Barcolana One Design, che decreterà i vincitori dell’edizione 2019. In serata la sempre attesissima ed emozionante Barcolana by Night, una regata che diventa spettacolo per migliaia di persone assiepate lungo i moli nella sera di vigilia della Barcolana. Appuntamento al tramonto, con la regata delle 17.30 dedicata ai Meteor e alle 18 per i Meteor.

Euroland, il bazar tutto triestino! Segui la pagina facebook e metti un like, per non perdere le offerte e le news!

Almanacco News

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *