Rivoluzione a Trieste: poliziotti su scooter d’acqua e in bici

Presentato il piano di sorveglianza della costiera della provincia di Trieste

Questa mattina è stato presentato a un piano per la sorveglianza della polizia della costa e nelle immediate vicinanze delle spiagge. Nei giorni seguenti, gli agenti di polizia viaggeranno da Santa Croce al Villaggio del Pescatore su scooter d’acqua e garantiranno un nuoto sicuro per tutti i visitatori delle zone di balneazione private e delle spiagge pubbliche di Duino-Aurisina.

Il sindaco Daniela Pallotta e il questore di Trieste Giuseppe Petronzi hanno sottolineato l’importanza della cooperazione tra le pubbliche amministrazioni, a beneficio dei cittadini e dei visitatori del territorio comunale, in particolare durante le emergenze.

La polizia su scooter d’acqua monitorerà la costa dal mare in collaborazione con agenti di polizia su ruote, polizia locale e guardie di sicurezza municipali che garantiranno la sicurezza e il rispetto delle norme del coronavirus a terra. “Non si tratta di scovare mariuoli, ma di creare un senso di sicurezza di cui gli utenti hanno bisogno mentre si rilassano in riva al mare”, ha detto. reindirizzare la cooperazione con la e altre autorità di sicurezza.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...