Porto di Trieste, le strategie di De Carlo e Richetti

Porto di Trieste 2020

“Solo toccando con mano le realtà dei territori se ne può comprendere l’importanza, le criticità e le possibilità di crescita e sviluppo. La visita di ieri del Vice Ministro Laura Castelli è servita proprio a questo, a conoscere le grandi opportunità che la nostra città offre e che, fino ad oggi, non sono state sfruttate appieno.” Lo affermano la portavoce del MoVimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati e la Candidata Sindaco di Trieste .

“In Parlamento sono già al lavoro in sinergia con il Governo sulle risorse da destinare nella prossima legge di bilancio per far fronte alle spese di adeguamento che il Sistema Portuale deve affrontare per accogliere tutte le navi da Crociera che ora non possono più attraccare a Venezia” dichiara De Carlo.

“Gli oltre 400 milioni di euro destinati al dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza apriranno certamente la strada al potenziamento delle infrastrutture logistiche portuali, all’edilizia, alla competitività e sostenibilità energetica del porto, risorse che dovranno necessariamente essere investite con lungimiranza.” – sottolineano la Deputata e la Candidata, che concludono “Ma i Punti franchi di Trieste potranno raggiungere il massimo dell’attrattività solo quando si otterrà l’extraterritorialità doganale e diventare così un volano per lo sviluppo dell’economia industriale e dei servizi del territorio e per l’intero Paese, percorso che il Vice Ministro Castelli si è impegnata a seguire in prima persona.”


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...