Domus, spettacolare trimarano a emissioni zero farà tappa a Trieste

Van Geest Design ha collaborato con Rob Doyle Design su un nuovo trimarano rivoluzionario chiamato Domus. I trimarani di grandi dimensioni hanno dimostrato di essere più veloci dei catamarani di dimensioni equivalenti. Ciò è ben dimostrato nel mondo delle regate offshore/inshore e nell’Americas Cup 2010, dove BMW Oracle (trimarano di 27 metri) ha battuto Alinghi (catamarano di 27 metri).

trimarano Domus

Domus è progettata per uno sbandamento di 2 gradi per consentire allo scafo meteorologico di uscire dall’acqua, riducendo così la resistenza aerodinamica e aumentando le prestazioni. Questo è da ottenere in un catamarano Superyacht.

Trimarano Domus

Più facile da costruire – I sistemi del catamarano devono essere raddoppiati per i due scafi, questo aumenta notevolmente il costo della nave, seguendo la rotta del trimarano abbiamo tutti i sistemi e l’ingegneria nello scafo centrale proprio come un normale metodo di costruzione.

Tutte le forze sartiame sono assorbite dallo scafo principale, mantenendo così le strutture delle traverse più semplici e generalmente la struttura complessiva più lineare.

trimarano domus

Più spazio – A causa del fatto che uno scafo può essere sollevato fuori dall’acqua, i trimarani generalmente hanno molto più raggio. Ciò equivale direttamente a più volume interno e spazio sul ponte. Più comfort – Con tre scafi in acqua all’ancora, si ha un migliore effetto di smorzamento sul Trimarano rispetto a un catamarano, quindi una piattaforma più solida e movimenti notevolmente ridotti rispetto ai monoscafi. Poiché Domus è progettata con un angolo di sbandamento di 2 gradi, gli ospiti a bordo sperimenteranno un livello di comfort durante la navigazione, di gran lunga superiore a qualsiasi monoscafo a oa motore, che può subire angoli di rollio elevati.

Domus trimarano

Il primo a emissioni zero superiore a 750 tonnellate di stazza lorda
La combinazione dal design unico di energia solare, rigenerazione idroelettrica e celle a combustibile a idrogeno offre a Domus un’autonomia illimitata con emissioni zero. Un sistema ottimizzato di energia solare e accumulo della batteria, consente allo di navigare durante le ore diurne e quindi di trasferirsi al sistema della batteria di notte. Ciò significa anche che Domus è completamente silenziosa con Zero Emissioni mentre è all’ancora. Sono finiti i giorni del del generatore e degli odori di scarico mentre sei seduto nel tuo ancoraggio idilliaco.

Domus trimarano

SPAZIO – Considerando le scelte relative ai criteri tecnici e prestazionali dei multiscafi Van Geest lo dice nella Domus lo spazio interno è doppio rispetto ai catamarani di 40 metri.
Oltre agli spazi interni più ampi e esterni coperti, il fatto che le aree principali per gli ospiti siano tutte su un ponte senza gradini conferisce a Domus un’esperienza a bordo come una villa/bungalow unica.
Dentro fuori o fuori dentro?
Negli ultimi anni Van Geest ha visto la tendenza nel settore dell'”essere desiderosi di far parte dell’ambiente circostante”. In un certo senso, cercando di progettare per portare l’ambiente esterno all’interno dello yacht. In Domus lo guardavano da un punto di vista architettonico. La vita familiare in un certo senso riguarda la protezione. Allora perché non costruire intorno a questo, creare gli spazi protetti e massimizzare le funzioni dello spazio disponibile in questa configurazione a 1 livello.

trimarano Domus

Tutti gli spazi hanno una vista verso l’esterno, quindi non perdono la connessione con ciò che sta accadendo, ma sono tutti collegati agli spazi comuni esterni e interni.

Catamarano VS Trimarano
Negli ultimi anni c’è stato un crescente interesse per i catamarani più grandi. La ragione di questo maggiore interesse sono 3 percezioni/idee principali sul perché i catamarani siano migliori dei monoscafi. Più spazio, prestazioni più elevate e angoli di sbandamento significativamente più bassi durante la navigazione.
Guardando in profondità queste percezioni/idee, tutto non è come sembra, e può diventare molto complicato quando iniziamo a parlare di multiscafi Superyacht superiori a 40 m. Quando si guardano i grandi multiscafi, ci sono altri 3 fattori, il costo, la complessità del sistema e la progettazione strutturale.

SBARCO A TRIESTE – Il team dietro il progetto Domus è stato coinvolto nella progettazione di oltre 60 Superyacht e ha una vasta esperienza di progettazione dettagliata, conoscenze e dati che ci danno la sicurezza di intraprendere un progetto del genere”. Persone dello staff vicine all’armatore fanno intendere che ci potrebbe essere una “toccata” anche a Trieste, probabilmente nel 2023.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...