British American Tobacco a Trieste in regime di Punto Franco

ma vero. Dopo molteplici peripezie, con gufi e satrapi d’ogni sorta che volevano ostacolato il progetto, si sblocca la produzione della British American Tobacco nello stabilimento di a regime fiscale agevolato (Punto Franco). Inizierà con le sulle bustine “modern oral” a rilascio graduale di nicotina, per poi allargarsi ai prodotti farmaceutici, dopo le necessarie autorizzazioni dell’Aifa. Le Dogane hanno ammesso l’attività al regime di esenzione fiscale integrale ma solo per le lavorazioni estero su estero. Per la prima volta l’Autorità portuale riconosce l’extradoganalità delle lavorazioni in punto franco, come è stato riportato dal quotidiano “Il Piccolo”. Il nuovo centro di produzione insediato a Trieste, l’innovation hub, è stato possibile con un investimento da 500 milioni che crea 2.700 posti di diretti e indiretti, in corso avanzato di avviamento con la prima linea produttiva operativa sin dalla fine di dicembre del corrente anno.

BAT British American Tobacco

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...