Suns Europe: la settima edizione è stata un successo strepitoso!

sun europe 2021

Foto Angelo Salvin

L’evento conclusivo è in programma il 1° agosto a Fagagna

: la settima edizione è stata un successo!

Il Festival delle arti in lingua minorizzata si appresta a chiudere la sua seconda edizione estiva con una grande partecipazione di pubblico

UDINE – È stata un successo la settima edizione di Suns Europe, festival delle arti in lingua minorizzata. «Lo possiamo dire anche con un giorno di anticipo rispetto alla conclusione», ha spiegato Carlo Puppo, presidente dalla cooperativa Informazione Friulana, editrice di Radio Onde Furlane e organizzatrice della manifestazione che gode del sostegno finanziario della Regione Autonoma -Venezia Giulia, dell’ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, del Comune di Udine, della Fondazione Friuli e della collaborazione dell’Istituto Basco Etxepare e di numerosi soggetti pubblici e privati, locali e internazionali. La rassegna si chiuderà infatti il primo agosto, alle 21.15, a Fagagna, nell’ambito di un altro Festival, Art Tal Ort (in caso di maltempo l’evento si terrà alla sala Vittoria, l’accesso sarà possibile per i primi 150 biglietti acquistati), dove a esibirsi saranno i baschi Liher. La considerazione di Puppo trova sostanza nei numeri della kermesse: «Quasi la totalità degli eventi ha registrato il tutto esaurito e questa non è cosa da poco, se consideriamo l’incredibile offerta artistica e culturale del momento. Ci tengo a sottolineare l’importanza di questo risultato. Innanzitutto perché posso dire con soddisfazione che ancora una volta il pubblico ha confermato che la qualità è una delle chiavi di volta per la buona riuscita di un festival. In secondo luogo, voglio ricordare che anche quest’anno ci siamo trovati a lavorare fra difficoltà di ogni sorta. Per certi aspetti ancora maggiori di quelle del 2020. Il gruppo di lavoro ha però saputo mettere in campo tutte le risorse affinché ogni cosa andasse per il verso giusto e per questo ringrazio tutti e, in particolare, i volontari che ci hanno contagiato con il loro entusiasmo». In linea con quanto detto da Puppo anche la serata del Concertone, che nel 2021 si è tenuta al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, e non nel piazzale del Castello, come previsto originariamente, a causa delle sfavorevoli previsioni meteo. «Diversità linguistica, qualità artistica e empatia degli ospiti sono state anche quest’anno le “regine” indiscusse di tutto il festival che come di consueto ha dato bella mostra di sé durante il concerto del 31 luglio, che ha portato in Friuli “un’Europa differente, unita nelle diversità, fondata sui diritti, sul pluralismo, sul rispetto e sulla collaborazione”, come previsto dalle finalità di Suns Europe».
«È stata un’edizione davvero vivace e ricca, dove siamo riusciti a portare la vitalità di tutte queste lingue e culture sul territorio friulano. Una cosa su cui ho riflettuto nelle ultime settimane – ha ricordato il direttore artistico, Leo Virgili – è che Suns Europe sta diventando un festival sempre più giovane e “femminile”. Non andiamo a cercare pretestuosamente delle categorie specifiche di artisti quando lavoriamo alla composizione del programma, quindi è doppiamente bello e importante scoprire che i progetti più meritevoli e artisticamente validi vedano come protagoniste tante donne e ragazzi molto giovani».

Fra il pubblico in sala, presente anche l’assessore alla Cultura del Comune di Udine, Fabrizio Cigolot, che salito sul palco ha ricordato come Suns Europe, ma anche Suns Friûl, sono fra i grandi eventi del cartellone estivo della città: «Ci diamo appuntamento al prossimo anno, per fare di Suns Europe un festival sempre più grande, perché davvero se lo meritano gli organizzatori, se lo merita la città, se lo merita il Friuli, vista l’importanza che la lingua ha per noi. Consentitemi – ha chiuso – un ringraziamento particolare al direttore artistico, Leo Virgili, che ha fatto un grandissimo lavoro».

Il consigliere regionale Lorenzo Tosolini, portando il saluto dell’Assessore con delega alle lingue minoritarie, Pierpaolo Roberti, ha ricordato come «Suns Europe è un progetto che deve essere portato avanti. Se vogliamo che la nostra lingua rimanga sempre viva, dobbiamo lasciarla nelle mani dei giovani. Questa sera li abbiamo visti usare la lingua per la loro , e trasmettere un messaggio a tutti i loro coetanei».

«Ringrazio tutti gli ospiti e gli organizzatori – ha commentato Eros Cisilino, presidente dell’Agenzia Regionale per la lingua friulana -, perché hanno fatto un lavoro difficile, visto il perdurare della fase Covid. Nonostante tutto, sono riusciti a offrire anche quest’anno un grande spettacolo. Ricordo infatti che Suns Europe è il più grande Festival Europeo (non solo musicale ma anche di letteratura e cinema) per le minoranze linguistiche».

Nella serata del 31 luglio, nella capitale del Friuli, assieme al metalcore dei friulani Brût&Madone, è stato possibile ascoltare il sound di Daniela Pes (accompagnata da Mario Ganau), sospeso tra la tradizione sarda, l’elettronica e il folk, ma anche il rock radicale dei Liher, uno dei gruppi di spicco della scena musicale basca; ci sono stati due graditi ritorni, quello delle Isole Fær Øer con le tinte calde del jazz nordico più raffinato di Land of Maybe, e del Cantone dei Grigioni, con il pop elegante di Ursina. Oltre al “concertone”, quest’anno, in quella che è stata la sua seconda versione estiva (dal 20 luglio al 1° agosto), Suns Europe ha portato in nove Comuni del Friuli (Artegna, Cormons, Fagagna, Lusevera, Mortegliano, Moruzzo, Pozzuolo del Friuli, Romans d’Isonzo, Udine), più di una cinquantina tra musicisti, registi, scrittori e esperti provenienti da Paese Basco, Isole Fær Øer, Galizia, Cantone dei Grigioni, Ladinia anaunica, Occitania, Sardegna, oltre che dal Friuli, per un totale di tredici eventi di cinema, letteratura e musica, fra cui ricordiamo anche la seconda edizione di Suns Friûl, serata-vetrina dedicata alle nuove produzioni musicali friulane.

SUNS EUROPE – Il Festival delle arti in lingua minorizzata è organizzato dalla cooperativa Informazione Friulana, editrice di Radio Onde Furlane col sostegno finanziario della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, dell’ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, del Comune di Udine, della Fondazione Friuli e l sostegno dell’Istituto Basco Etxepare. Inoltre si avvale della collaborazione di numerosi soggetti pubblici e privati quali i Comuni di Artegna, Cormons, Fagagna, Lusevera, Mortegliano, Moruzzo, Pozzuolo del Friuli e Romans D’Isonzo, il CEC Centro Espressioni Cinematografiche, l’associazione Amîs de Mont Quarine, il festival Art tal Ort, la Festa dell’Emigrante di Lusevera, la Società Filarmonica di Pozzuolo del Friuli, il Liberatorio d’Arte “Zonch” e le associazioni Babel (Sardegna), Lou Seriol (Occitania), Indian Runners (Paesi Catalani), La Grenz (Ladinia), Stichting REUR (Bassa Sassonia), Il Cantiere e Inniò (Friuli). Suns Europe ha il merito di trasformare il Friuli in un crocevia di culture, lingue e artisti, creando contaminazione e confronto, dando spazio a una produzione artistica di assoluto valore.

Tutto il programma e le info sono su http://www.sunseurope.com/ e sulla pagina facebook https://www.facebook.com/SunsEuropeFestival e Instagram https://www.instagram.com/sunsfestival/

suns europe

Foto Angelo Salvin

suns europe

foto Angelo Salvin

suns europe

foto Angelo Salvin

suns europe

foto Angelo Salvin

suns europe

foto Angelo Salvin

suns europe

foto Angelo Salvin

suns europe

foto Angelo Salvin

suns europe

foto Angelo Salvin

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency

suns europe

foto Luca d’Agostino / Phocus Agency


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...