Dalmazia croata, disastro contagi : ristoratori inferociti, turismo a carte 48

Split Spalato Croazia Dalmazia

Incubo in (): i ristoratori croati richiedono la riduzione dell’IVA, l’esenzione fiscale e la liquidità per sostenere l’impresa

In Croazia, dove hanno 291 nuove infezioni confermate e due morti, i ristoratori stanno lanciando una di avvertimento poiché chiedono più sostegno dallo Stato.

Nuovi decessi: a Zagabria è morto un uomo di 52 anni e una donna di 85 anni è morta a .

Secondo i rapporti quotidiani di alcune sedi della protezione civile croata pubblicati oggi, il numero più alto di persone infette nelle ultime 24 ore è stato nella contea spalatino-dalmata , ovvero 61 . Nove nuovi contagi sono stati confermati in Istria e la sede istriana ha anche annunciato di aver ordinato l’autoisolamento per alunni e studenti di due classi della scuola primaria e secondaria di Buzet, nonché per i loro insegnanti.

Protesta dei ristoratori
Oggi, i ristoratori dell’Istria croata e del Quarnero attireranno l’attenzione sulla difficile situazione dovuta alla di covid-19 con la chiusura temporanea dei . Secondo le previsioni, più di 400 ristoratori chiuderanno i bar per un’ora alle 11.55.

La protesta con il nome simbolico ‘da 5 a 12’ impone allo Stato, tra le altre cose, di non dover pagare l’imposta sul valore aggiunto (IVA) fino al 1 marzo 2021, nonché di ridurre l’IVA su cibo e bevande da 25 a dieci per cento e sostegno per liquidità e prestiti per investimenti.

Dal 25 febbraio, quando in Croazia è stato confermato il primo caso di infezione da nuovo coronavirus, sono state rilevate 12.917 infezioni. 10.142 persone sono guarite, mentre le morti per covid-19 sono state 208 . Finora sono state testate poco più di 205.200 persone, di cui 4.118 nelle ultime 24 ore, ha detto la sede nazionale.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...