Croazia | Quarantena obbligatoria per gli sloveni, ma saranno rimborsati

bandiera croata Croazia

Se un cittadino sloveno non è riuscito a fare rientro dalla Croazia nonostante la chiamata del governo, sarà comunque pagato per la

A partire dalla mezzanotte di martedì, una di 14 giorni è obbligatoria al ritorno

Gli sloveni che sono andati in Croazia quando era ancora sulla e non sono tornati a casa lunedì hanno diritto a un risarcimento dell’80% dello stipendio per quarantena, ha confermato il ministero del Lavoro. Si stima che ci siano da 30.000 a 40.000 sloveni ancora in Croazia, ma entro breve tempo dovranno ritornare tutti.

Il ministro Janez Cigler Kralj ritiene che molti cittadini abbiano agito in modo responsabile e siano tornati in Slovenia in tempo, ma martedì, a margine di una visita alla Camera dell’artigianato e dell’ slovena (OZS) a Lubiana, ha sottolineato che la legge si applica agli sloveni che sono andati in Croazia prima di finire sulla lista rossa , e da lì non sono ancora tornati o finiti in al ritorno. Avranno diritto a un risarcimento dell’80%, ha confermato.

Ha ricordato che il governo ha invitato i residenti a tornare il prima possibile per prendersi cura della loro salute. “Penso che molti cittadini, soprattutto quelli che hanno obblighi nei confronti dei loro datori di lavoro e devono includere i loro figli a dal 1 ° settembre, abbiano preso una decisione responsabile e abbiano risposto a questa chiamata ” , ha sottolineato.

Alla domanda se il fatto che alcuni non siano tornati, tuttavia, non gli sembrava irresponsabile, ha risposto che era difficile commentare questo e che “siamo in una società libera”. “La libertà include sempre la responsabilità di assumersi le conseguenze che seguono ogni decisione”, ha aggiunto.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...