Casino bonus senza deposito non AAMS possono ottenere nuovi giocatori e giocatori abituali.
 

Alluvione in Slovenia, ora incombe pericolo frane, italiano scomparso

Slovenia in ginocchio, l'alluvione ha prodotto dei danni terribili, e ora spunta il pericolo frane – Primo Ministro Golob: Il danno è di oltre 500 milioni

L'alluvione in Slovenia ha spazzato via una casa vicino Lučami - Foto: MMC RTV SLO

L'alluvione in Slovenia ha spazzato via una casa vicino Lučami – Foto: MMC RTV SLO

Trieste, 6 agosto 2023 – Nella maggior parte della Slovenia sono in corso i lavori per riparare le conseguenze dell'alluvione, ma aumenta il rischio di frane. A Črna na Koroška è stata annullata l'evacuazione di altre 110 persone, e la situazione sta peggiorando lungo il Mura, che ha un flusso record. Arso: arancione per tutto il Paese.

A causa dell'elevata umidità del suolo in tutto il Paese, permane un rischio maggiore di innesco di frane. Come ammonito dall'Istituto Geologico, i residenti devono prestare attenzione al verificarsi di alterazioni del suolo, degli edifici e dei pendii, comprese possibili nuove fessurazioni, cedimenti e frane, e ristagni idrici superficiali.

A causa delle infrastrutture distrutte, alcune parti del Paese sono ancora senza elettricità, quindi una delle principali priorità dei servizi competenti sarà la consegna dei prefabbricati. Secondo le autorità, ce ne sono abbastanza.

Nel pomeriggio, una nuova banda temporalesca più forte

Arso ha emesso per il pomeriggio un'allerta gialla per l'intero Paese. Nel primo pomeriggio ci raggiungerà una linea temporalesca da nord-ovest con locali rovesci di breve durata e raffiche di vento più forti da nord e da ovest. L'intensità delle tempeste non sarà così pronunciata come negli eventi passati, ma a causa della precedente forte umidità del terreno, gli alberi potrebbero cadere più rapidamente con raffiche di vento più forti, ha scritto Ars.

Entro la sera, si calmeranno gli eventi atmosferici.

La polizia avverte tutti di stare alla larga dai corsi d'acqua e dalle aree con acqua, e di non prendere percorsi non necessari o guidare inutilmente sulle strade nelle aree colpite in modo che i servizi di emergenza possano affrontare le conseguenze il prima possibile, dopo la terribile alluvione in Slovenia.

A causa del pericolo di valanghe a Črna in Carinzia, i residenti lungo il bacino del fiume Meže sono stati evacuati in via precauzionale ieri sera tardi, questa mattina inizialmente avevano programmato di evacuare altre 110 persone, tra cui 60 persone del CUDV Črna, che necessitano di cure mediche speciali , ma intorno alle ore 10. l'evacuazione è stata poi annullata.

Le consegne a Black Aid vengono effettuate in elicottero. Come annunciato dall'esercito sloveno, in mattinata un elicottero e soccorritori alpini hanno soccorso con un argano un anziano gravemente ferito da un edificio residenziale. Sono entrati in casa dalla finestra, lo hanno immobilizzato, rimosso i finestrini, messo l'uomo su un escavatore, da dove è stato sollevato su un elicottero e portato in ospedale.

Mura con un flusso record nella storia

La scorsa notte a Dolnja Bistrica, nel comune di Črenšovci, il fiume ha fatto breccia nell'argine di protezione, motivo per cui le autorità hanno evacuato 500 residenti nelle vicinanze. Sono stati ospitati nella palestra della scuola elementare locale.

Dopo che il fiume Mura ha avuto una portata di 1.350 metri cubi al secondo sabato sera, è aumentato ancora di più domenica mattina, raggiungendo un record di 1.445 metri cubi. Come hanno scritto su Ars, il flusso dovrebbe stabilizzarsi nelle prossime ore, ma non comincerà ancora a calare. Le condizioni di acqua alta continueranno.

Koroška Bela: Evacuazione di 900 persone, alcune rimaste a casa

L'evacuazione dei residenti è avvenuta anche a Koroška Bela a causa del rischio di valanga e 900 persone a rischio hanno dovuto lasciare le loro case dopo l'alluvione in Slovenia. Come ha raccontato a Odmevi plus Igor Arh, capo della Protezione civile comunale , la frana di Urbas è stata ispezionata ieri dai geologi – anche con l'ausilio di un drone – che però non hanno potuto prendere una decisione definitiva in merito a ulteriori misure. Dovrebbero incontrarsi alle 12:00 e la decisione sarà annunciata intorno alle 13:00.

Gli idrologi prevedono che i fiumi diminuiranno gradualmente nella maggior parte del paese. Pertanto, le aree allagate continueranno a diminuire, ad eccezione dei tratti inferiori della Sava, della Drava e del Mura. Durante le tempeste, non escludono l'innalzamento di piccoli fiumi a carattere torrentizio, soprattutto nella Slovenia occidentale e centrale.

Arso ha emesso un'allerta arancione per la parte occidentale del Paese a causa della previsione di temporali. Ancora oggi i meteorologi non escludono la nascita di piccoli fiumi e corsi d'acqua a carattere torrentizio, soprattutto nella Slovenia occidentale e centrale.

Scattata la ricerca di un cittadino italiano a Brdy

In serata è iniziata un'operazione di ricerca di un cittadino italiano scomparso nei pressi del corso d'acqua Kožbanjšček nell'area dell'insediamento di Kožbana nel comune di Brda. A causa del difficile terreno umido e dell'oscurità, le operazioni di ricerca sono state sospese intorno alle 23:00 e proseguiranno oggi.

Stato dei fiumi

La Sava esonda anche nel suo corso inferiore, soprattutto alla confluenza con la Krka. Il flusso del Krka si stabilizzerà nelle prossime ore anche nel corso inferiore, mentre il Sava è già in calo in questo tratto, ha annunciato Arso. L'innalzamento dell'acqua ha causato i maggiori problemi a Krška vas, Loče e Čatež ob Sava. A Krška vas, le acque sotterranee hanno allagato alcune delle case più esposte.

Il flusso della Drava nel corso inferiore è ancora in leggero aumento, le aree allagate continueranno oggi. Anche Dravinja, Pesnica, Savinja e gli affluenti del Krka e del Ljubljanica carsico ei fiumi della Carinzia sono allagati. Le aree allagate diminuiranno oggi.

I negozi saranno aperti anche la domenica, la giornata lavorativa potrebbe essere più lunga

Nel periodo di intervento post-alluvione, sulla base di apposita ordinanza, è ora consentito l'esercizio di depositi di generi alimentari, di beni tecnici o di attrezzature per l'infanzia anche nei giorni festivi e domenicali. L'obiettivo del provvedimento adottato ieri è che le persone colpite possano svolgere più rapidamente la riabilitazione. I negozi potranno estendere l'orario di anche nei giorni feriali.

Nelle ultime 12 ore, l'Amministrazione per la protezione e il soccorso ha rilevato un totale di 230 eventi di emergenza in 186 località, di cui la maggior parte nelle aree dei centri di regionali Murska Sobota (36), Maribor (32), Slovenj Gradec ( 31), Celje (26) e Lubiana (21). Sul campo erano attive 137 unità antincendio, di cui sei professionali. I vigili del fuoco hanno attuato misure di protezione in caso di frane e inondazioni, hanno pompato acqua dagli edifici allagati, rimosso alberi e salvato persone da edifici in pericolo, consegnato risorse urgentemente necessarie (cibo, medicine, ecc.), riferisce l'amministrazione.

Molte strade restano chiuse
A causa delle inondazioni, molte strade nella Primorska settentrionale, in Carinzia, Štajerska, Zasavje e nella Slovenia centrale sono chiuse. Le condizioni cambiano continuamente.

Le persone colpite nelle zone alluvionate hanno bisogno di aiuti materiali di base, molti sono rimasti senza tutto. Le organizzazioni umanitarie raccolgono fondi e organizzano gli aiuti. Puoi trovare maggiori informazioni su come puoi aiutare QUI

Le ferrovie slovene hanno annunciato che la tratta Lubiana Vižmarje-Jesenice è di nuovo aperta.

Condividi
Per poter migliorare e aggiungere contenuti di qualità riguardanti la nostra amata Trieste, puoi effettuare una donazione, anche minima, tramite Paypal. Ci sarà di grande aiuto, grazie!

You may also like...

Almanacco News