Casino bonus senza deposito non AAMS possono ottenere nuovi giocatori e giocatori abituali.
 

Un successo la Notte dei Ricercatori al Porto Vecchio – Tutte le foto

Notte Europea dei Ricercatori 2022
La prima Notte dei Ricercatori nel Porto Vecchio
Grande partecipazione a SHARPER Trieste, che per la prima si è svolta al Magazzino 26, venerdì 30 settembre.

Trieste, 1 ottobre 2022 – Una Notte dedicata alla scienza, nel ricordo di Piero Angela, punto di riferimento ed elemento di connessione fra i mondi della comunicazione, della e della scuola: SHARPER, la Notte Europea dei Ricercatori si è svolta anche a Trieste, per la prima volta nel Porto Vecchio, all'insegna del dialogo aperto fra ricercatori e cittadini.

Promosso dalla Commissione Europea, l'evento si è svolto in contemporanea in centinaia di città. A Trieste la Notte, nell'ambito del SHARPER, è stata organizzata dall'Immaginario Scientifico, con l'Assessorato alle Politiche dell' e della Famiglia del Comune di Trieste e gli scientifici di Trieste Città della Conoscenza.

Sono stati apprezzatissimi dal pubblico i tanti appuntamenti organizzati fra le 16.00 e le 23.00 all'Immaginario Scientifico e alla , tutti finalizzati a far sì che il pubblico di tutte le età potesse incontrare le ricercatrici e i ricercatori che ogni giorno lavorano negli istituti scientifici della città.

Molta soddisfazione nel vedere una larga partecipazione delle scuole: sono stati oltre 800 gli studenti, dalle scuole dell'infanzia alle secondarie, che hanno partecipato agli eventi a loro dedicati per tutta la settimana, avendo modo di ospitare i ricercatori direttamente in classe, collegandosi con l'Antartide o scoprendo grazie agli spettacoli personaggi come Rosalind Franklin e Paolo Budinich. Lo spettacolo dedicato a quest'ultimo, padre fondatore del sistema scientifico , è stato anche l'occasione per riflettere sul ruolo della scienza come strumento di pacificazione e integrazione.

Il programma di SHARPER per le scuole non si esaurisce il 30 settembre. Grazie a Researchers@School, le attività proseguiranno per l'intero anno scolastico. Anche la mostra Terremoti d'Italia resterà visitabile sia per il pubblico che per le scuole fino all'8 ottobre. Tutte le info sono su www.sharper-night.it

Nonostante le condizioni climatiche avverse, il pubblico ha partecipato numeroso alle attività al Magazzino 26, che è stato possibile raggiungere anche grazie al bus navetta che ha traghettato i visitatori dal centro città. Apprezzatissimo anche il punto ristoro a cura di Cemut..

I visitatori hanno potuto scegliere fra incontri, giochi, laboratori, spettacoli e dimostrazioni, sui temi come il cambiamento climatico, sviluppo sostenibile, salute dei mari e del pianeta, alimentazione, neuroscienze, città intelligenti, stelle e pianeti. Fra questi tantissimi sono stati anche i bambini e ragazzi che hanno preso parte alle attività e che hanno poi continuato a curiosare fra le diverse postazioni allestite al museo.

Gli istituti di ricerca di Trieste Città della Conoscenza sono riusciti nell'intento di uscire dai laboratori che costellano la nostra città per raggiungere i cittadini, creare con loro un contatto diretto, condividere i loro progetti e ascoltare le loro domande.

Serena Mizzan, direttrice dell'Immaginario Scientifico: “È sempre emozionante sentirsi parte di una rete, di un sistema, di evento corale che valorizza la ricerca scientifica, la condivisione della conoscenza e la diffusione di strumenti utili ai cittadini per sviluppare spirito critico. SHARPER quest'anno a Trieste ha illuminato anche il Magazzino 26, dove l'Immaginario Scientifico già da due anni accoglie migliaia di visitatori curiosi di scienza”.

SHARPER Trieste è stato un lavoro di squadra: 15 partner e 14 collaborazioni, parte del più grande progetto nazionale che, coordinato dalla società di comunicazione scientifica Psiquadro vede la partecipazione di 11 partner, fra cui l'Immaginario Scientifico, e oltre 200 enti culturali e istituti di ricerca. Oltre 1.000 iniziative tra eventi in presenza e attività online, in un programma composito, multidisciplinare e multicanale che si ispira alle cinque Missioni previste in Horizon Europe relative alle sfide chiave per il futuro europeo e globale. In tal senso è stata significativa la Maratona online, evento ormai diventato parte integrante dei programi di SHARPER, che ha visto le città coinvolte dare vita a un vero e proprio palinsesto della comunicazione scientifica.

SHARPER a Trieste è coordinato dall'Immaginario Scientifico e vede la partecipazione di: Comune di Trieste, Area Science Park, Collegio Universitario Luciano Fonda, Elettra Sincrotrone Trieste, ICGEB-International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology, -The Abdus Salam Internationale Centre for Theoretical Physics, INAF-Osservatorio Astronomico di Trieste, INFN- Nazionale di Fisica Nucleare Sezione di Trieste, CNR-IOM-Istituto Officina dei Materiali, Istat-Istituto Nazionale di Statistica, OGS-Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale, SISSA-Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, TWAS-The World Academy of Sciences, Università di Trieste e WWF Area Marina Protetta di Miramare.

Collaboratori: EUROPE DIRECT Trieste, Dipartimento della Protezione Civile nazionale, Polizia di Stato, Protezione Civile della Regione Autonoma FVG, CNR-ISMAR Progetto BluNight, LARES Italia, Marevivo, Museo Civico di Storia Naturale, PNRA-Programma Nazionale di Ricerche in Antartide, Science Industries, SiS FVG, Welcome Office FVG.

Contributo di: Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali.


SHARPER è uno dei 7 progetti italiani, sostenuti dalla Commissione Europea, per la realizzazione della Notte dei Ricercatori nel 2022 e 2023, nell'ambito delle azioni Marie Skłodowska Curie (https://www.nottedeiricercatori.it).

Il progetto è coordinato dalla società di comunicazione scientifica Psiquadro, in collaborazione con un consorzio che comprende l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare – INFN, cinque Università: l'Università Politecnica della Marche, l'Università di Cagliari, l'Università di Catania, l'Università di Palermo, l'Università di Perugia, il science centre Immaginario Scientifico, l'associazione Observa Science in Society.


foto di Luca Valenta:

notte europea dei ricercatori Sharper

Condividi

You may also like...

Almanacco News