Rotta balcanica, Slovenia e Austria useranno i droni spia militari

Ministri dell’Interno dei paesi europei

Sarà istituita una piattaforma comune europea per combattere la migrazione sulla rotta dei Balcani

In una conferenza a Vienna, i ministri degli interni di 18 paesi europei, tra cui il ministro sloveno Aleš Hojs, hanno concordato di istituire una piattaforma per combattere l’immigrazione clandestina sulla rotta dei migranti nei Balcani.

La nuova piattaforma , con sede a Vienna, si concentrerà sul coordinamento in quattro settori chiave: cooperazione nel delle esterne, ritorno dei rifugiati senza diritto di asilo, lotta contro i trafficanti di esseri umani e istituzione di procedure di asilo più rapide ed efficienti.

Alla conferenza, il ministro degli interni sloveno Aleš Hojs ha espresso preoccupazione per la situazione nel campo della migrazione. Ha invitato tutti i partecipanti a esaminare i loro sistemi di asilo e cogliere le opportunità per prevenire gli abusi.

“La ha già adottato diverse misure in passato, ora le stiamo rafforzando, stiamo preparando cambiamenti nella legislazione penale, stiamo anche modificando la legge sugli stranieri e la legge sulla protezione internazionale per rendere le procedure ancora più efficaci “.

Ha richiesto una politica di espulsione comune a livello di UE: ” Il fatto che solo il 35% di tutti coloro che non hanno il diritto di risiedere nell’UE sia rinviato ai propri paesi di origine è una testimonianza dell’inefficacia delle politiche in questo settore “.

Hojs ha sottolineato l’importante ruolo di un’adeguata protezione delle frontiere esterne dell’UE nella gestione della migrazione nei Balcani occidentali.

Dopo il test con l’, il controllo dei al confine croato

A margine della conferenza, Hojs ha incontrato il suo omologo austriaco Karl Nehammerjem , che ha concordato l’istituzione di un progetto di prova di controllo comune delle frontiere con droni spia militari ad alta efficienza.

Il ministero afferma che vogliono utilizzare il progetto per verificare la possibilità di cooperare nel controllo congiunto delle frontiere e la possibilità di trasferire tale controllo al confine sloveno-croato.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...