Casino bonus senza deposito non AAMS possono ottenere nuovi giocatori e giocatori abituali.
 

Nuova legge Far West sulla caccia, intervengono gli animalisti

PARTITO ANIMALISTA FVG SCRIVE AL PRESIDENTE FEDRIGA E ALLE PROCURE FVG: “Non applichi la nuova legge Far West sulla caccia. In caso di incidenti responsabilità dirette da imputare ai rappresentanti regionali”


“Non applichi la nuova legge da Far west sulla caccia!”: la richiesta, in nome della specialità del nostro territorio, arriva dal PAI (Partito Animalista Italiano) del FVG ed è contenuta nella lettera inviata al presidente Massimiliano Fedriga, alle Procure e Prefetture del FVG, nel giorno dell'approvazione dell'emendamento sulla caccia presentato da Fratelli d'Italia.

“Si prefigura una deregolamentazione gravissima che potrebbe comportare di fatto un via libera ad uccisioni senza limiti e senza da parte di cacciatori, con conseguenze nefaste non solo per gli animali ma anche per gli esseri umani che non potrebbero essere più al sicuro passeggiando nei boschi, nei parchi, in campagne e in quelle zone un tempo considerate al riparo dalle armi”, fanno sapere Irene Giurovich e Fabio Rabak i quali denunciano l'inizio di quella che potrebbe essere una “guerra di tutti contro tutti”.

In caso di incidenti e/o morti, in uno scenario di possibile anarchia totale, la responsabilità verrà attribuita a chi non si opporrà: “La nostra missiva – spiega Giurovich – vale vale come diffida e messa in mora, ovvero se la nostra non prenderà provvedimenti per opporsi a questo anticostituzionale, le verrà imputata la responsabilità penale e civile al primo incidente occorso dall'entrata in vigore di questa possibile ”. Inoltre, in questo modo, si violerebbero spudoratamente – continua – i principi fondamentali inclusi nel nuovo articolo 9 della nostra Costituzione che “tutela l'ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, anche nell'interesse delle future generazioni. La legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali; per questo abbiamo voluto coinvolgere anche Procure e Prefetture”.

Si chiede altresì a Fedriga una presa di posizione inequivocabile anche alla luce della tutela, tipica della Lega Nord, sulla legittima difesa: “Chi passeggia per parchi, colline, boschi e sentieri montani, chi detiene terreni agricoli e/o altre proprietà e si trova nei propri possedimenti, si potrebbe trovare minacciato da cacciatori e, per legittima difesa, potrebbe legalmente difendere se stesso, la propria famiglia e i propri beni (animali compresi) anche per salvaguardare la proprietà privata e tutte le pertinenze. Su questo tema il partito che La rappresenta, la Lega, è sempre stata solidale con chi esercita la legittima difesa…”.

Il PAI del FVG non accetta un futuro di questo genere per alcun animale né per alcun essere umano che si troverebbe esposto a seri rischi per la sua incolumità (si vedano i drammatici dati dell'Associazione nazionale vittime delle caccia) e chiede il rispetto della Costituzione e della legalità.

Irene Giurovich
Coordinamento Partito Animalista Italiano FVG

Condividi

You may also like...

Almanacco News