Casino bonus senza deposito non AAMS possono ottenere nuovi giocatori e giocatori abituali.
 

Intensa attività solare, aurora boreale visibile anche a Trieste

È in corso una geomagnetica di livello G4 (“severa”)

Il Centro di previsione meteorologica spaziale dell'agenzia statunitense Noaa ha aumentato per domani il livello previsto per la tempesta a quello G4.

tempesta solare

Le eruzioni di massa coronale sono state originate tra l'8 e il 9 maggio nella attiva 3664 del , che nei giorni scorsi ha generato anche numerosi brillamenti (cioè intense emissioni di radiazione elettromagnetica). È una regione molto grande: ben 16 volte il diametro della Terra, la più grande vista sulla superficie del Sole negli ultimi 10 anni.

L'ultima tempesta solare di classe G4, quindi “severa”, avvenuta a marzo 2024, non ha provocato effetti particolari se non aurore polari in Nuova Zelanda.

Secondo lo Space Weather Prediction Center del NOAA, una tempesta G3 (“forte”) può anche dare problemi di voltaggio alle griglie elettriche, problemi di orientamento ai satelliti artificiali con conseguente navigazione satellitare intermittente, problemi alle comunicazioni radio e aurore visibili fino a latitudini di 50°.

Una tempesta geomagnetica di classe G4, quindi lo scenario peggiore previsto dal NOAA, può provocare problemi di voltaggio anche diffusi alla rete elettrica, rischio di danni ai satelliti in orbita, correnti indotte nei cavi sottomarini, interruzione totale delle comunicazioni radio a bassa frequenza nelle zone esposte al Sole, intermittenza nelle comunicazioni radio ad alta frequenza e SAR (Gli archi rossi aurorali stabili legati all'arrivo di gas ionizzati dal Sole) in grado di spingersi fino alle latitudini dell'Italia settentrionale (45°). (Stefano Pierini)

aurora boreale Austria

Questo sopra è uno spettacolare collage che mostra l'evoluzione dell'aurora dalle 00:20 alle 00:50, ottenuto dalla webcam di Hochfuegen, in Austria appena oltre il confine.
Questa webcam a 360° e alta sensibilità notturna mostra il fenomeno in corso in tutta la sua bellezza. Ci permette persino di analizzare più nel dettaglio quanto sta accadendo.
Agli estremi dell'arco colorato ci sono due zone rosso scuro: quello dovrebbe essere il SAR, protagonista degli avvistamenti di novembre e probabilmente quanto si sta vedendo dalle latitudini più meridionali dell'Italia. Le pennellate violette sono invece un fenomeno che avviene all'interno del SAR, si chiamano STEVE, anche se non ci metterei la mano sul fuoco.
E poi in verde si vede chiarissima l'aurora vera e propria, che ha raggiunto i cieli della Germania centrale, come visibile da questa prospettiva di vantaggio.
La tempesta è ancora in corso e di intensità stabile. Presto potrebbe arrivare un'altra folata di vento solare, anche se il campo magnetico interplanetario all'altezza dei nostri satelliti di monitoraggio (ACE, SOHO e DSCOVR, a 1,5 milioni di km dalla Terra) ha appena perso la propria componente magnetica meridionale, e quindi non dovrebbe più essere in grado di stimolare la magnetosfera terrestre.

aurora boreale 10 maggio 2024

Questa sopra è la foto scattata di sera, ben dopo il tramonto, verso il Nord di Trieste – Altipiano Carsico – il fenomeno era evidente anche alle nostre latitudini.

In basso il video dell'Aurora Boreale ripresa dai monti della Svizzera

Condividi
Per poter migliorare e aggiungere contenuti di qualità riguardanti la nostra amata Trieste, puoi effettuare una donazione, anche minima, tramite Paypal. Ci sarà di grande aiuto, grazie!

You may also like...

Almanacco News