Geniacci creano labirinto nel campo di mais a forma di arcobaleno

Un ciclopico è apparso pochi giorni fa in un campo coltivato a granoturco a , in . Si tratta dell’ultimo immenso didattico realizzato dall’azienda agricola La Selce Farmhouse. Dopo la Basilica di Aquileia e i suoi millenari mosaici, l’intricata pianta di Palmanova, il pavone, la zucca, il capriolo, la lepre e la farfalla, il tema scelto per questa settima edizione non poteva non fare riferimento al simbolo di speranza nato in piena emergenza pandemica.

Il tracciato dell’attrazione ludico-ricreativa quest’anno doveva essere un altro, ma il lockdown e il Coronavirus hanno stravolto i piani dei creatori, facendo optare per la costruzione dell’arco multicolore, simbolo anche di eco sostenibilità e natura, temi molto cari alla fattoria didattica. Contrariamente alla tradizione, quest’anno la costruzione dei 2 chilometri di tracciato è iniziata solamente nei primi giorni di luglio, dunque con il mais già alto, cosa che inevitabilmente ha reso più complicato il taglio degli steli e la realizzazione del labirinto, ‘scavato’ tra le pannocchie su appezzamento di 4 ettari. “Ogni anno la nostra attrazione, aperta sia in orario diurno che notturno, cresce attraendo sempre più nuovi visitatori. Quest’anno, però, a causa delle limitazioni anti-Covid abbiamo imposto 35 visite massime contemporanee. Inoltre, contrariamente alla tendenza, il costo dell’ingresso è diminuito (5 euro) e con il biglietto è compresa anche la visita alla fattoria didattica”.
All’interno del percorso i visitatori troveranno 11 indovinelli da risolvere su argomenti quali il clima e fonti rinnovabili. Il tempo di percorrenza è di circa un’ora, ma – garantisce Tosoratti – il livello di difficoltà è media e alla portata di grandi e piccoli.

Rimane da capire che fine hanno fatto le pannocchie divelte per creare il labirinto, e da buoni triestini ci auguriamo siano servite per preparare delle buone “minestre de bobici”

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...