Coronavirus: i triestini non temono l’infezione

Trieste, la piazza gremita di gente in occasione del

Il triestino non si piega alla logica dell’emergenza. Abituato da sempre a fronteggiare problemi ancor più gravi, risponde a male parole a chiunque voglia incutere il panico. L’80% delle persone intervistate fanno “spallucce” alla possibile diffusione dell’epidemia e considerano lo strombazzare dei media qualcosa di irritante, al pari delle disposizioni governative (quest’ultime sempre mal digerite). Nel caso di provvedimenti gravi, sfodera un fatalismo cosmico che lo distingue dagli altri abitanti del Pianeta. Prova ne è, che non cambia abitudini di un millimetro. Erano in tanti in piazza Unità per festeggiare il carnevale. Decine i bambini e gli adulti in maschera. Giochi e musica, grazie anche al piccolo palco e alla presenza di un deejay. A Muggia erano presenti decine di migliaia di persone per il tradizionale carnevale, accalcate come sempre (ha vinto la compagnia “Bulli e pupe”, per la quarta volta nella sua storia), appena in tempo; immediatamente dopo, arriva questo comunicato degli organizzatori:

“Con dispiacere si comunica che da oggi tutte le manifestazioni sono state bloccate dall’ordinanza del presidente della regione.
Ma le due giornate che ci hanno scippato, saranno recuperate, assicurato dall’ass. Stefano Decolle, non appena l’emergenza sara cessata.
Grazie a tutti per il lavoro svolto e per la pazienza”
Il presidente
Mario Vascotto

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...