Autobus, scatta fase 3: consentita occupazione piena posti a sedere e in piedi

Trieste, finita emergenza almeno per quanto riguarda i . La decisione nella nuova ordinanza regionale emanata da Fedriga venerdì sera. Consentita l’occupazione piena dei posti a sedere e in piedi.

A partire da oggi, sabato 27 giugno 2020, cessano le imposte al trasporto pubblico locale regionale per contenere la diffusione del coronavirus in Friuli Venezia Giulia. Sia l’offerta sia le modalità di fruizione dei servizi di Tpl da parte degli utenti tornano alla . È quanto previsto dall’ordinanza di Protezione civile (la numero 19) firmata dal governatore Massimiliano Fedriga. Fermo restando il mantenimento dell’obbligo di utilizzo di sistemi di protezione individuale anche bordo di mezzi e le altre disposizioni contenute nel Dpcm dell’11 giugno e nell’ordinanza 18 del 19 giugno 2020, il documento consente l’occupazione del 100% dei posti a sedere e in piedi a bordo dei mezzi del trasporto pubblico locale automobilistico (urbano ed extraurbano), ferroviario e marittimo, compresi i servizi transfrontalieri, nonché a bordo di mezzi utilizzati per servizi di trasporto non di linea compresi taxi e quelli svolti mediante , oltreché negli impianti del trasporto pubblico funiviario (funivie, funicolari e seggiovie). La decisione , scrive la Regione, è stata assunta tenendo conto sia dell’evoluzione dell’epidemia in Friuli Venezia Giulia sia del costante incremento della domanda di servizi di trasporto collegata alla ripresa delle attività economiche e al conseguente movimento dei pendolari, nonché alla ripresa dell’attività turistica. Le disposizioni dell’ordinanza valgono solo per il territorio del Friuli Venezia Giulia, quindi nel caso di viaggi che interessino anche altre regioni devono essere osservate le disposizioni in vigore nei singoli territori. (Rainews)

corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...