Trieste, giardini pubblici alle associazioni e ripristino della figura del custode

Giorgio Cecco in giardino

interviene sulla questione spinosa del a Trieste. Ecco le sue parole: “Oggi più che mai è importante mettere a disposizione dei cittadini spazi esterni e aree verdi come i parchi pubblici, anche per questo già a suo tempo avevamo richiesto, pure attraverso i nostri consiglieri circoscrizionali Alice Tessarolo, Silvio Pahor, Sabrina Polacco e Monica Fabris, interventi specifici, in parte prontamente già risolti dall’amministrazione comunale; serve comunque poi il mantenimento e la sorveglianza, da qui pure la proposta di dare in alcuni casi la gestione dei giardini eventualmente ad associazioni del territorio per la piccola manutenzione e il controllo degli stessi. Un tanto per contenere i costi, ma anche per coinvolgere i cittadini nella gestione del bene pubblico e puntare quindi a quello spirito di sussidiarietà fondamentale anche dal punto di vista sociale, tutto ciò pure per contenere gli atti di vandalismo, nella salvaguardia del decoro urbano e per la sicurezza. Inoltre una volta nei giardini comunali c’era un custode preposto anche ai controlli, visti i fatti di cronaca di questi ultimi anni e come fatto presente più volte, una figura che in alcuni casi si potrebbe pensare di ripristinare almeno nei parchi principali, tutto ciò di certo non in sostituzione alle forze dell’ordine, ma sicuramente una presenza fissa e autorevole potrebbe essere utile, appunto, per segnalazioni di situazioni a rischio sicurezza e per la tutela del patrimonio e del decoro pubblico”


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...