Casino bonus senza deposito non AAMS possono ottenere nuovi giocatori e giocatori abituali.
 

Trieste-Barcola anni ’60: il filmato storico del Tram n. 6

Trieste-Barcola con il tram numero 6, riaffiorano i ricordi di chi ha vissuto quell'epoca

Tram n. 6 - Trieste Barcola anni '60

Oggi siamo a proporvi un filmato storico (archivi RAI) degli anni '60 dove protagonista indiscusso era il Tram n. 6 che portava dal centro cittadino a Barcola. Questa linea, la Trieste-Barcola dismessa da più di 40 anni, è stata successivamente sostituita dai gommati (autobus linea 6) quindi sono state rimosse le rotaie dal selciato. All'epoca si poteva usufruire di un grande vantaggio: chi saliva sul mezzo pubblico prima delle 8 del mattino, aveva garantito il ritorno per mezzo del cosiddetto “biglietto verde” – una consuetudine purtroppo abbandonata. Il tram n. 6 sfrecciava molto veloce nel rettilineo di viale , tant'è che le automobili che procedevano a fianco sembravano quasi rallentate. Storie d'altri tempi…
Chi avesse degli aneddoti curiosi al riguardo, è pregato di scrivere a info@informatrieste.eu e verranno sicuramente pubblicati.

Leggi anche: “Tachite al tram”, il nuovo gioco di Diego Manna e Erika Ronchin


La tranvia di Opicina (tran de Opcina in dialetto triestino, Openski tramvaj in ), nota anche come “Trenovia di Opicina” è una linea tranviaria urbana gestita dalla come parte integrante del servizio di trasporto pubblico triestino. La panoramicità del percorso la rende anche una delle attrazioni turistiche della città.

Caratteristica unica in Europa è quella di possedere un tratto di circa 800 m in forte pendenza (fino al 26%) lungo il quale le vetture vengono spinte (in salita) o trattenute (in discesa) da carri-scudo vincolati ad un impianto funicolare. Il servizio, ufficialmente la linea 2 del trasporto pubblico locale di Trieste, presenta un percorso che si sviluppa interamente all'interno del territorio comunale e collega il centro cittadino (a 3 m s.l.m.) alla frazione comunale di Villa Opicina sull'altopiano del Carso (a 329 m s.l.m.); in funzione dal 9 settembre 1902, è lunga poco più di 5 km.

L'impianto rappresenta l'unica linea di trasporto su rotaia rimasta nel capoluogo giuliano, dopo la soppressione della rete urbana, avvenuta nel 1970.

Condividi

You may also like...

Almanacco News