La via della seta, Trieste e gli equilibri economici e geopolitici con la Cina

via della seta

Quale il ruolo di Trieste nella nuova , progetto che attraverso il potenziamento dei porti aprirà nuove rotte commerciali?
Sulla via della seta. Un grande progetto cinese di espansione commerciale e geopolitica che la Casa Bianca vede come un tentativo di curvare la globalizzazione a favore di Pechino. La nostra città è un nodo strategico di questo disegno e a marzo verrà siglato l’accordo con la . Tra equilibri mondiali e scenari politico economici, come guardare al futuro dei trasporti e delle infrastrutture? Si è discusso di tutto questo in una puntata radiofonica di 3 del 7 marzo con i seguenti ospiti:
Angela Stefania Bergantino, insegna Economia dei trasporti all’Università di Bari, è presidente SIET (Società Italiana di Economia dei Trasporti e Logistica)
Giovanni Andornino, insegna Relazioni Internazionali dell’Asia Orientale all’Università di Torino
Zeno D’Agostino, ,
Franco Farinelli, insegna Geografia presso l’Università di Bologna, autore dieL’invenzione della Terra (Sellerio, 2007) e La crisi della ragione cartografica (Einaudi, 2009)
Ascolta sul sito Rai Radio »

Ma non ci sono solo i cinesi tra i pretendenti per le occasioni del Porto di Trieste. Altri gruppi stranieri hanno manifestato interesse per lo scalo dal quale parte l’ transalpino che rifornisce di petrolio la .
Guarda sul sito RAI »


Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...