Pallacanestro, Allianz vince sul filo del rasoio in una partita spettacolare

Allianz Pallacanestro Trieste ancora una volta vincente contro Sassari: è una tripla allo scadere del “Lobito” Fernandez a sancire la vittoria dei biancorossi per 83 – 82, al termine di un match veramente al cardiopalmo. Emozioni prima, durante e dopo la partita, con le celebrazioni e il commosso ricordo del palasport per Kobe Bryant, la figlia Gianna e le vittime dell’incidente in elicottero della domenica scorsa, la bomba vincente del play argentino e la conferenza stampa dello stesso “Lobito”, con il piccolo Tiago fra le braccia.

Due punti fortemente voluti, per la compagine di Eugenio Dalmasson, che in quest’occasione sceglie di re-inserire Justice nei dodici, al posto di Cooke: l’Allianz parte con Fernandez, Cavaliero, Jones, Peric e Mitchell: Sassari sceglie il classico quintetto con Spissu, Vitali, Pierre, Evans e Bilan.

Trieste parte bene, riuscendo a mettere subito in ritmo Peric e Fernandez; Mitchell opera una buona difesa su Bilan (4/8 al tiro, 7/9 in lunetta, 10 rimbalzi, 6 falli subiti) e sfrutta un assist di Cavaliero (11 – 7), inducendo Pozzecco a chiamare time out a 6’27’’ dalla prima sirena. Dopo la sospensione, Sassari risponde con un perentorio 0 – 7 firmato da Vitali, ma a questo punto emerge Dequan Jones: l’ala americana mette dentro 9 punti di fila, con uno spettacolare alley hoop e una tripla che fa saltare l’Allianz Dome. Allianz avanti di tre, ma nel finale di quarto rispondono gli isolani con una bomba di Spissu e quattro punti di un Evans molto vivace, che porta il punteggio sul 20 – 24. A inizio secondo quarto, Jerrells si prende la scena con cinque punti di fila e un libero di Evans porta Sassari sul +10 (20 – 30). L’Allianz non molla di un centimetro e, con una bomba di Hickman e una schiacciata di Da Ros torna sul 29 – 33: il Banco di Sardegna, però, ha tantissime frecce nella propria faretra e la coppia Jerrells – Pierre dà il +12 agli isolani, prima di una sfuriata di Mitchell (4/6 dal campo, 3/4 ai liberi, 8 rimbalzi) che piazza una bomba e schiaccia al volo. I liberi di Bilan chiudono la seconda frazione sul 34 – 44 per gli ospiti, che poi ripartono nel terzo periodo portandosi sul massimo vantaggio di sedici lunghezze: è il momento più difficile per l’Allianz, che subisce una bomba di Vitali e non riesce ad arginare la fisicità di Bilan, bravissimo a rimbalzo offensivo. Le bombe di Cavaliero e Fernandez sono come ossigeno per i triestini, ma Pierre e Gentile rintuzzano la rimonta biancorossa: Jones segna da vicino e poi, sulla sirena del trentesimo, si esibisce in una sonante schiacciata che vale il meno undici (53 – 64).

Nell’ultimo periodo succede di tutto: per ogni volta che l’Allianz cerca di avvicinarsi, il Banco di Sardegna risponde con qualche arma diversa. Jerrells continua ad essere micidiale, mentre Pierre sciorina tutto il suo repertorio offensivo fra ganci, appoggi e tiri dalla lunga. Il canadese fissa il +10 (64 – 74), ma a questo punto emerge il grande cuore biancorosso: due bombe di Fernandez e un canestro di Washington, insieme a una palla recuperata fondamentale dello stesso “Lobito”, infiammano l’Allianz Dome ed aggiornano il punteggio sul 74 – 75. Nello stillicidio di tiri liberi, Evans, Pierre (3/3 da due, 1/7 nelle bombe, 4/6 in lunetta, 11 rimbalzi) e Gentile sono infallibili: 78 – 81 e time out per coach Dalmasson, poi Fernandez mette due personali a 12’’ dalla fine. Fallo immediato su Spissu, che però indovina solamente un tiro dalla lunetta: mancano dieci secondi, il tempo sufficiente per Juan Fernandez (2/5 da due, 5/9 da tre, 4/4 ai liberi, 4 falli subiti, 3 assist). L’argentino non esita e si prende la responsabilità della bomba finale: la parabola del “Lobito” finisce la sua corsa in fondo alla retina, fissando l’83 – 82 conclusivo e scatenando la festa di tutto il popolo biancorosso, che ha assistito a una partita dove Trieste ha mostrato quella “garra” e quella voglia di lottare che ha da sempre contraddistinto le imprese triestine.

PALLACANESTRO TRIESTE – DINAMO SASSARI 83 – 82

Allianz Pallacanestro Trieste: Coronica ne, Peric 3, Fernandez 23, Jones 17, Hickman 10, Cervi 2, Washington 8, Janelidze ne, Cavaliero 5, Da Ros 2, Mitchell 11, Justice 2. All. Dalmasson

Banco di Sardegna Sassari: Spissu 4, Bilan 15, Bucarelli, De Vecchi ne, Evans 12, Magro ne, Pierre 13, Gentile 9, Coleby 2, Vitali 12, Jerrells 15. All. Pozzecco

Parziali: 20-24; 34-44; 53-64

Arbitri: Mazzoni, Belfiore e Bongiorni

Almanacco News « TUTTE LE INFO PER VIAGGIARE, QUI »
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...