Maratonina Internazionale Città di Udine

Domenica 22 settembre la gara impegnerà corridori da ben 21 nazioni su un inedito tracciato udinese, con partenza da piazza I Maggio.
Il gran giorno del ventesimo compleanno della Maratonina Internazionale Città di Udine è arrivato: domani, domenica 22 settembre, la celebre mezza conquisterà ancora una volta il suo affezionatissimo pubblico con lo spettacolo di un fiume di atleti attraverso le vie del centro e della periferia udinese, parata senza confini che impegnerà sul tracciato di gara oltre 1200 corridori, provenienti da ben 21 nazioni. Completamente rinnovato e sempre velocissimo il percorso, che partirà stavolta da piazza I Maggio, sul lato del liceo classico Stellini, per poi concludersi in via Vittorio Veneto.
PARTENZA ALLE 9.30. Le prime a scattare, alle 9.25, saranno le carrozzine olimpiche; seguirà, alle 9.30, lo start della Maratonina Internazionale Città di Udine 2019: le premiazioni, unite a quelle del Palio dei Borghi, si terranno due ore più tardi, a partire dalle 11.30, sul palco di piazza Libertà. La cerimonia si svolgerà alla presenza di varie autorità e dei rappresentanti degli sponsor.
STRAUDINE CAFC. Da via Savorgnana partirà invece, alle 10.45, la StraUdine Cafc, il cui traguardo sarà posizionato anch’esso in via Vittorio Veneto. I partecipanti saranno impegnati su un tracciato di 7 km adatto a tutti, dai runner esperti alle nuove leve. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con il Gruppo Marciatori Udinesi. Per ogni concorrente maglietta tecnica e pettorale. Iscrizioni fino a un’ora prima del via, nel gazebo allestito in centro città; premiazioni alle 13, in piazza Duomo, dove al termine della cerimonia si terrà un pasta party – a cura dell’ANA – accompagnato da uno spettacolo dell’Olimpia Danze.
IL PERCORSO DELLA MARATONINA. La linea di partenza della Maratonina sarà come detto posizionata in piazza I Maggio, mentre il punto d’arrivo si troverà in via Vittorio Veneto: il percorso si sviluppa completamente sul territorio del Comune di Udine, lambendo quello di Tavagnacco. Da Giardin Grande i runner scatteranno in direzione di via Generale Carlo Caneva, per proseguire quindi su viale Trieste, viale XXIII Marzo, via Dante Alighieri; si punterà poi verso il confine nord della città, toccando via della Vittoria e viale Volontari, piazzale Chiavris, via Feletto, via Tavagnacco, via del Cotonificio. I corridori si spingeranno fino ai Rizzi, imboccando successivamente via Lombardia. Avanti ancora lungo via Martignacco, via Bassi, parco Moretti, viale Duodo, piazzale Cella, via Tullio, via Ciconi e via Leopardi. A quel punto si rientrerà in viale XXIII Marzo, imboccando a seguire viale Trieste. Infine Largo delle Grazie, piazza I Maggio, piazza Patriarcato: ed ecco il traguardo, in via Vittorio Veneto. Disegnato da Manuel Burello, con la preziosa collaborazione di Cesare Cosattini (Associazione Maratonina Udinese) e del Corpo di Polizia locale del Comune di Udine, il tracciato di gara è stato certificato da Stefano Bassan, misuratore internazionale dell’Aims – IAAF.
I TOP RUNNERS. Fra i top runners che cercheranno di segnare un nuovo record sull’inedito itinerario di gara, provando a superare se stessi, ci saranno anche il vincitore della passata edizione, il keniano Moses Kipngetich Kemei, e la connazionale Nancy Jelegat Meto. La presentazione dei top runners è avvenuta nella serata di sabato 21 settembre sul palco di piazza Libertà; contestualmente è stato presentato pure il Palio dei Borghi, ormai consolidata sfida nella sfida della Maratonina. Ognuno dei 7 borghi storici di Udine schiererà due atleti, un uomo e una donna, che sul percorso della mezza maratona si contenderanno l’ambito trofeo, il Gonfalone 2019. La somma dei tempi fra le prestazioni dei portabandiera di ciascun borgo decreterà il vincitore.
ANNULLO FILATELICO. Uno speciale annullo filatelico dedicato alla Maratonina Internazionale Città di Udine verrà proposto in un gazebo allestito su piazzetta Lionello: sarà così possibile avere una cartolina personalizzata, a ricordo della giornata.
I VINCITORI DELLA STAFFETTA SCUOLE. L’intensissima vigilia della Maratonina si è aperta con la Staffetta Scuole Cafc, circuito di 750 metri con partenza e arrivo in piazza Libertà. Ben 58 le squadre partecipanti (da 4 elementi ciascuna e per un totale, dunque, di 232 allievi in gara), da tutta la provincia di Udine, in linea con la migliore tradizione di una sfida dalla capacità attrattiva sempre più forte. Sei le scuole medie inferiori partecipanti, altrettante le superiori. In quest’ultima categoria ha trionfato il Malignani di Udine nella staffetta maschile, l’Uccellis di Udine nella femminile, il Percoto di Udine nella mista; seconda posizione, per staffetta maschile, femminile e mista, per Marinelli, Malignani e Copernico, terza (nello stesso ordine), per Marinoni e Marinelli e ancora Marinelli. Per le medie primo posto (nell’ordine staffetta maschile, femminile e mista) per le scuole Ellero, Istituto comprensivo di Tavagnacco e Matiz Paluzza. Seconda posizione (con lo stesso ordine) per Matiz Paluzza, scuola di Buja e Uccellis, terza per Tavagnacco, Ellero e Matiz Paluzza. “Certificati” dal giudice di gara e dal cronometrista, Sergio Accaino e Franco Pecoraro, i risultati sono stati proclamati sul palco di piazza Libertà. «Una grande adesione, in una splendida giornata di sole», dichiara il presidente dell’Associazione Maratonina Udinese, Paolo Bordon, ricordando il valore educativo della Staffetta Scuole e rivolgendo un ringraziamento al corpo insegnanti, per aver creduto nel progetto. Sull’importanza formativa dell’appuntamento pone l’accento anche il professor Claudio Bardini, coordinatore dell’Ufficio educazione fisica dell’Ufficio scolastico regionale: «Il miglior modo – afferma – di iniziare l’anno scolastico. Lo sport riveste un ruolo fondamentale nella crescita dei nostri ragazzi e rappresenta il miglior strumento per contrastare il disagio giovanile, incidendo nel contempo positivamente sugli stili di vita. Sosteniamo dunque con profonda convinzione, nella cornice della Maratonina, questo momento di sport, appunto, ma prima ancora di aggregazione». Presenti al via pure la referente dell’Ufficio scolastico regionale per la provincia di Udine, Anna Zossi, e l’assessore allo sport del Comune di Udine Paolo Pizzocaro. «L’ufficio scolastico – ribadisce Zossi – appoggia con entusiasmo questa iniziativa, momento educativo che avvia i giovani a uno stile di vita sano». Dall’assessore Pizzocaro, invece, la sottolineatura del ruolo di Udine quale «città sempre più aperta allo sport, sinonimo di socializzazione».
Euroland, il bazar tutto triestino! Segui la pagina facebook e metti un like, per non perdere le offerte e le news!

Almanacco News

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *