Case abusive ad Ankaran nell’area protetta

Tre cittadini sloveni già noti alle autorità e molto conosciuti in zona hanno costruito tre strutture per le vacanze nell’area protetta Natura 2000 ad , senza alcuna autorizzazione. In quest’area, qualsiasi costruzione è severamente vietata da atti e ordinanze speciali. Tuttavia, le case mobili del noto stuntman Rok Cvetkov, ex direttore dell’Agenzia per la sicurezza stradale Igor Velov , e l’imputato Blaž Jasnič , ex direttore di Acroni, sono costruite proprio qui, riferisce la giornalista Eugenija Carl.

Cvetkov ha affermato che non v’è nessun edificio abusivo, ma si tratta della ricostruzione di edifici già esistenti negli anni ’50, vecchie rovine, che sono oggi restaurate. “Non ho costruito nulla, ho solo sistemato i cottage”, ha dichiarato.

Il capo dell’unità amministrativa Capodistria, Bruno Potokar, ha confermato che non avevano ricevuto alcuna richiesta di permesso di costruzione. Anche i cottage, che sono strutture meno impegnative, richiedono comunque un permesso di costruzione.

L’approvvigionamento idrico proviene da Rižana, ma non è consentito il collegamento, non possono farlo senza pagare le spese idriche. Perfino la connessione al sistema fognario non è consentita.

Le riprese aeree hanno anche mostrato che nel 2006 non c’era nulla e ciò che non c’è, neanche un decennio dopo, semplicemente non può essere ripristinato.

Velov ha dichiarato che il terreno è edificabile, quindi l’intervento è lecito. Nessuno ha trovato, però, conferma di tutto ciò.

corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...