Casino bonus senza deposito non AAMS possono ottenere nuovi giocatori e giocatori abituali.
 

Barcolana 55 – Provvedimenti temporanei per la viabilità a Trieste

ORDINANZA TEMPORANEA IN LINEA DI VIABILITÀ TRIESTE N. 909-23 – 55.a edizione regata Coppa d'Autunno – Barcolana – 2023 (dal 29 settembre all'8 ottobre 2023)

Provvedimento: Divieto di e di fermata; Divieto di transito; Senso unico di marcia; Doppio senso di Marcia; Obbligo di svolta a destra; Inversione del senso di marcia; e altro

Il Comune di Trieste ordina:

  • A) trascorse quarantott'ore dall'apposizione della prescritta segnaletica, l'adozione dei seguenti secondo le modalità di seguito riportate e comunque fino a cessate necessità:
    1. dalle ore 0,00 di lunedì 25.09.2023 alle ore 24,00 di sabato 14.10.2023 l'istituzione del divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente sull'area di carico/scarico di via dell'Orologio, (davanti al palazzo della Regione);
    2. dalle ore 0,00 di venerdì 29.09.2023 alle ore 8,00 di lunedì 09.10.2023 l'istituzione del divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente in piazzale Agostino Straulino – Nicolò Rode, (area ex piscina “Bruno Bianchi”);
    3. dalle ore 0,00 di lunedì 02.10.2023 alle ore 24,00 di martedì 10.10.2023 l'istituzione del divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente in via Genova, nel tratto di 110 metri circa compreso tra l'intersezione con via Della Cassa Di Risparmio e l'intersezione con riva Tre Novembre (lato numeri civici pari);
    4. dalle ore 0,00 di giovedì 05.10.2023 alle ore 24,00 di domenica 08.10.2023 l'istituzione del divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente in largo Città Di Santos, nel tratto di 20 metri circa compreso tra la carreggiata stradale – in direzione di corso Cavour – e l'area riservata alla sosta dei motocicli posta tra i portali ornamentali d'ingresso al e lo slargo su cui sorgeva la sala teatrale “Tripcovich”;
    5. dalle ore 19,30 alle ore 24,00 di venerdì 06.10.2023 nonché dalle ore 19,30 di sabato 07.10.2023 alle ore 1,00 di domenica 08.10.2023 (fatte salve eventuali prescrizioni impartite dalla locale Prefettura, dal Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica (C.P.O.S.P.) o da altra autorità di P.S.) – e comunque fino a cessate necessità l'istituzione del divieto di transito per i tutti i veicoli lungo le rive triestine nel tratto di riva Del Mandracchio – riva Caduti Per l'Italianità – riva Tre Novembre, compreso tra l'intersezione con via Di Mercato Vecchio e l'intersezione con piazza Nicolò Tommaseo;
    6. dalle ore 8,00 alle ore 14,00 di domenica 08.10.2023 l'istituzione di un senso unico di marcia in strada Del Friuli, nel tratto compreso tra l'intersezione con via Del Perarolo e l'abitato di Prosecco, con direzione verso quest'ultimo, in via San Nazario, con direzione verso strada Vicentina, nonché nel tratto di strada congiungente strada Vicentina / via San Nazario con la S.R. TS n. 1 “del Carso” con direzione verso quest'ultima;
  • B) trascorse quarantott'ore dall'apposizione della prescritta segnaletica, dalle ore 17,30 di sabato 07.10.2023 alle ore 3,00 di domenica 08.10.2023 e comunque fino a cessate necessità:
    l'istituzione del divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente in ambo i lati della strada nelle seguenti località:
    1. via Armando Diaz, nel tratto compreso tra l'intersezione con via Mercato Vecchio e
      l'intersezione con via dell'Annunziata (ambo i lati);
    2. via Luigi Cadorna, nel tratto compreso tra l'intersezione con via Felice Venezian e l'intersezione con via Mercato Vecchio (ambo i lati) nonché nel tratto compreso tra l'intersezione con piazza Venezia e l'intersezione con via San Giorgio (ambo i lati);
    3. via Di Cavana, nel tratto compreso tra l'intersezione con via Felice Venezian e l'intersezione con via Madonna Del Mare (ambo i lati);
    4. via Madonna Del Mare, nel tratto compreso tra l'intersezione con via Di Cavana e l'intersezione con via Del Bastione (ambo i lati);
  • C) dalle ore 17,30 di sabato 07.10.2023 alle ore 3,00 di domenica 08.10.2023 e comunque fino a cessate necessità:
    1. la chiusura al traffico veicolare (sia pubblico che privato) in via Armando Diaz, nel tratto compreso tra l'intersezione con via Mercato Vecchio e l'intersezione con via dell'Annunziata, in via Luigi Cadorna, nel tratto compreso tra l'intersezione con via Felice Venezian e l'intersezione con via Mercato Vecchio nonché nel tratto compreso tra l'intersezione con piazza Venezia e l'intersezione con via San Giorgio, in via Di Cavana, nel tratto compreso tra l'intersezione con via Felice Venezian e l'intersezione con via Madonna Del Mare, in via Madonna Del Mare, nel tratto compreso tra l'intersezione con via Di Cavana e l'intersezione con via Del Bastione nonchè in via Felice Venezian, nel tratto e senso di marcia compreso tra l'intersezione con via Armando Diaz e l'intersezione con via Di Cavana;
  • D) dalla data di emissione della presente ordinanza e fino alle ore 24.00 di martedì 10.10.2023 e comunque fino a cessate necessità:
    1. l'istituzione dell'eventuale doppio senso di marcia sul varco di accesso, posto davanti allo sbocco di via Felice Venezian, che suddivide le aree demaniali da quelli di competenza del Comune di Trieste;
    2. l'istituzione dell'obbligo di dare la precedenza per i veicoli che provenendo da piazzale Marinai D'Italia, in transito sul varco di cui al punto precedente, si immettono sulle rive;
  • E) nelle giornate di: venerdì 06.10.2023 (esclusivamente dalle ore 14,00 alle ore 21,00), sabato 07.10.2023 (esclusivamente dalle ore 10,00 alle ore 21,00) nonchè domenica 08.10.2023 (esclusivamente dalle ore 8,30 alle ore 14,00) e comunque fino a cessate necessità:
    1. l'istituzione del divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente, su parte dell'area di sosta del “quadrivio” di Opicina, (lato Banne) per circa di 50 posti auto posizionati sulla porzione di prospettante la via Nazionale e la S.R. TS n. 35 “di Opicina”;
    2. l'istituzione del divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente, su parte dell'area di sosta di piazzale Delle Puglie, per circa 30 posti auto con disposizione di sosta a pettine, posizionati nella prima parte del piazzale (confinante con la via Federico Seismit Doda) in prossimità dell'accesso al medesimo;
    3. l'istituzione del divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente, su parte dell'area di sosta del Park Bovedo di viale Miramare, per circa 40 posti auto con disposizione di sosta a pettine, localizzati in adiacenza al muro perimetrale e posti ai lati del marciapiede realizzato in corrispondenza della fermata bus, con esclusione delle aree di sosta riservate ai disabili;
    4. l'istituzione del divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente, su parte dell'area di sosta di via Flavia / piazzale Umberto Cagni, per circa 50 posti auto con disposizione di sosta a pettine, posizionati in adiacenza a via Flavia nel tratto compreso tra l'intersezione con via G. e S. Caboto e la proiezione del ponte di piazzale Di Giarizzole;
  • F) dalle ore 7,00 di venerdì 29.09.2023 alle ore 7,00 di sabato 30.09.2023 e comunque fino a cessate necessità:
    1. l'istituzione del divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente in via Genova, nel tratto di 90 metri circa compreso tra l'intersezione con via Roma / piazza Del Ponterosso e l'intersezione con via Della Cassa Di Risparmio (ambo i lati);
    2. l'introduzione di una deroga a quanto indicato al precedente punto a favore dei mezzi di soccorso in servizio di emergenza, dei mezzi delle forze dell'ordine nonché dei mezzi autorizzati dagli organizzatori della manifestazione di cui in premessa;
  • G) dalle ore 19,00 di venerdì 29.09.2023 alle ore 1,00 di sabato 30.09.2023 e comunque fino a cessate necessità:
    1. l'istituzione del divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente in via Genova, nel tratto di 80 metri circa compreso tra l'intersezione con via Roma / piazza Del Ponterosso e l'intersezione con via San Spiridione (ambo i lati);
  • H) dalle ore 19,00 di venerdì 29.09.2023 alle ore 1,00 di sabato 30.09.2023 (fatte salve eventuali prescrizioni impartite dalla locale Prefettura, dal Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica (C.P.O.S.P.) o da altra autorità di P.S.) – e comunque fino a cessate necessità:
    1. l'istituzione del divieto di transito in via Genova, nel tratto complessivo di 280 metri circa compreso tra l'intersezione con via Roma / piazza Del Ponterosso e l'intersezione con via San Spiridione nonchè tra l'intersezione con via Roma / piazza Del Ponterosso e l'intersezione con riva Tre Novembre;
    2. l'introduzione di una deroga a quanto indicato al punto precedente a favore dei veicoli dei frontisti diretti ai box – garage esistenti nonchè agli spazi di sosta riservati a determinate categorie (stalli dell'INCE, stalli dei Consolati e di eventuali altri stalli riservati) i quali potranno transitare in doppio senso di marcia nel compreso tra l'intersezione con riva Tre Novembre e l'intersezione con via Roma / piazza Del Ponterosso;
    3. l'istituzione del divieto di transito in via Roma, nel tratto di 180 metri circa compreso tra l'intersezione con via Nicolò Machiavelli e l'intersezione con via Mazzini;
  • I) dalle ore 12,00 di venerdì 06.10.2023 alle ore 24,00 di domenica 08.10.2023 e comunque fino a cessate necessità:
    1. l'istituzione del divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente lungo la direttrice: piazza Del Ponterosso – via Genova, nel tratto compreso tra l'intersezione con via Roma e l'intersezione con via San Spiridione (ambo i lati);
    2. l'istituzione del divieto di transito per tutti i veicoli lungo la direttrice: piazza Del Ponterosso – via Genova, nel tratto indicato al punto precedente;
  • L) Deroghe
    1. l'introduzione di una deroga a quanto indicato ai precedenti punti dall'1. al 4. a favore dei mezzi di soccorso in servizio di emergenza, dei mezzi delle forze dell'ordine nonché a favore dei mezzi autorizzati dagli organizzatori della manifestazione di cui in premessa;
    2. l'introduzione di una deroga a quanto indicato al punto 4. a favore dei mezzi impegnati nel servizio di “navetta” tra il “Villaggio Barcolana” e la sede della società Velica di Barcola e Grignano promotrice della manifestazione di cui in premessa;
    3. l'introduzione di una deroga a quanto indicato al punto 5. a favore dei mezzi di soccorso in servizio di emergenza, dei mezzi delle forze dell'ordine nonché dei mezzi autorizzati dagli organizzatori della manifestazione di cui in premessa;
    4. l'introduzione di una deroga a quanto indicato ai punti 7., 8., 9., 10, 23., 25., e 27. a favore dei mezzi di soccorso in servizio di emergenza, dei mezzi delle forze dell'ordine, veicoli operativi di Aziende di Servizi Pubblici (ACEGASAPSAMGA S.p.A.) o loro concessionari, muniti di scritte o stemmi che li rendano individuabili, per l'espletamento del servizio di pubblica utilità di asporto rifiuti nonché a favore dei mezzi dei frontisti diretti alle proprietà laterali, con esclusione delle aree fisicamente inaccessibili;
    5. eventuali modifiche o integrazioni alla deroga ed ai provvedimenti indicati ai precedenti punti o altri provvedimenti necessari agli eventi/manifestazioni in programma potranno essere disposti secondo le eventuali – ulteriori – direttive del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica (C.P.O.S.P.) e/o dalle forze dell'ordine presenti in loco secondo le necessità riscontrate al momento;

ordina inoltre al richiedente

  1. di provvedere almeno quarantotto ore prima, a proprie cure e spese, all'installazione, in corrispondenza delle strade interessate dai provvedimenti disposti dalla presente Ordinanza, di tutta la necessaria segnaletica prevista dal Regolamento di Attuazione e di Esecuzione del Nuovo Codice della Strada approvato con D.P.R. n. 495 di data 16.12.1992 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare, i divieti di transito nelle varie zone, strade, rive e vie come indicato ai punti 5), 6), 11), 23), 25) e 27) della presente Ordinanza, dovranno essere opportunamente presegnalati anche in corrispondenza dei principali incroci prima e dopo le zone interessate dagli eventi e/o manifestazioni;
    Gli eventuali segnali di divieto di sosta dovranno essere integrati dal pannello di rimozione mentre per i segnali di divieto di fermata il pannello integrativo di rimozione non sarà necessario.
    Sul retro dei segnali dovrà essere apposto numero e data dell'ordinanza e sugli stessi dovrà venir chiaramente indicata la data di inizio e fine del divieto.
    La segnaletica provvisoria dovrà essere dimensionata in ragione della grandezza dell'occupazione e dovrà essere posizionata come segue:
    • fino a 20 m. 2 segnali: un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo di inizio divieto (Modello II 5/a1) ed un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo di fine divieto (Modello II 5/a3).
    • Da 20 a 50 m. 3 segnali: un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo di inizio divieto (Modello II 5/a1), un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo continua (Modello II 5/a2), un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo di fine divieto (Modello II 5/a3).
    • Da 50 a 100 m. 5 segnali: un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo di inizio divieto (Modello II 5/a1), tre cartelli di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo continua (Modello II 5/a2), un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo di fine divieto (Modello II 5/a3).
      Una volta posizionata la segnaletica, il richiedente dovrà scattare una foto per ogni cartello posizionato ed una panoramica della zona interessata dai lavori in cui siano ben visibili tutti i cartelli.
  2. di inoltrare la documentazione fotografica indicata al precedente punto 1. via mail, con congruo anticipo e comunque almeno 48 ore prima dell'inizio dei lavori, al Nucleo Servizi Centrali della POLIZIA LOCALE all'indirizzo: plts.ordlavori@comune.trieste.it. La comunicazione dovrà contenere all'interno dell'oggetto il numero dell'Ordinanza Temporanea in Linea di Viabilità, la località e la data di inizio del divieto di sosta, nel testo verranno indicati i numeri civici della località interessata dal divieto (dal civico n. al civico n.), il nominativo del richiedente/ditta ed il relativo recapito telefonico ed infine le date presunte di inizio e fine lavori.
    La POLIZIA LOCALE risponderà via mail dando conferma della correttezza del posizionamento della segnaletica e in caso di carenze verranno chieste le opportune integrazioni.
    Per estensioni maggiori di 100 m. la segnaletica verrà verificata direttamente da personale della POLIZIA LOCALE previo richiesta al medesimo indirizzo mail da inviarsi con le stesse modalità sopra elencate fatta eccezione per la documentazione fotografica che non sarà necessaria.
  3. di comunicare tramite mail al DIPARTIMENTO TERRITORIO, AMBIENTE, LAVORI PUBBLICI E PATRIMONIO (ufficio.tecnico.traffico@comune.trieste.it), le date di apposizione della prescritta segnaletica e dell'inizio effettivo dei lavori;
  4. di attuare un adeguato servizio di controllo affinché la segnaletica stradale sia sempre in efficienza, in particolare durante le ore notturne dotandola dei prescritti segnali luminosi;
  5. di provvedere, ultimato l'intervento di cui in premessa, al ripristino della segnaletica orizzontale e verticale preesistente, dandone comunicazione a tramite mail ufficio.tecnico.traffico@comune.trieste.it) al DIPARTIMENTO TERRITORIO, AMBIENTE, LAVORI PUBBLICI E PATRIMONIO.

PRESCRIZIONI

  1. qualora nell'area oggetto dell'intervento non dovesse essere garantito il transito dei mezzi dei servizi di emergenza o di soccorso, il richiedente dovrà avvisare gli Enti erogatori di detti servizi;
  2. qualora i dispositivi della presente ordinanza dovessero interessare i percorsi dei mezzi della TPLFVG Scral (ex Trieste Trasporti), il richiedente dovrà informare con almeno 72 ore di anticipo la stessa Società;
  3. qualora nell'area interessata dai lavori di cui in premessa dovessero ricadere degli stalli riservati a particolari categorie (Posti Auto Personalizzati riservati ad Invalidi, Consolati e carico / scarico Alberghi ecc.), il richiedente dovrà provvedere al provvisorio spostamento degli stessi nelle immediate vicinanze delle zone operative compatibilmente con la segnaletica presente e secondo quanto prescritto dal Nuovo Codice della Strada;
  4. ai sensi dell'art. 77 del D.P.R. n. 495 di data 16.12.1992 sul retro della segnaletica verticale provvisoria (segnali di prescrizione) dovrà venire indicato il numero e la data dell'Ordinanza, mentre non dovrà essere esposta l'Ordinanza stessa;
  5. ai sensi del DPRG 21.03.2012, n. 071/Pres., qualora i provvedimenti previsti dalla presente Ordinanza Temporanea in Linea di Viabilità interessino aree ricadenti nelle circoscrizioni amministrative Est, Altipiano Ovest e nella frazione di Longera, le indicazioni sulla segnaletica dovranno essere formulate con l'utilizzo anche della lingua slovena;
  6. qualora i mezzi utilizzati dovessero superare a pieno carico la portata della strada e/o dovessero essere utilizzati dei bilici, il richiedente dovrà acquisire i necessari permessi di transito.

AVVERTENZE

La presente ordinanza è pubblicata all'Albo Pretorio “On Line” per 15 gg. consecutivi;
E' fatto obbligo a chiunque di osservare la disciplina della circolazione stabilita dalla presente ordinanza ed ai funzionari che espletano compiti di polizia stradale di farla rispettare;
Nei confronti di eventuali trasgressori si procederà a termine delle vigenti norme in materia;
Avverso la presente ordinanza chiunque vi abbia interesse potrà ricorrere, entro 60 giorni dalla pubblicazione, al Tribunale Amministrativo Regionale del Friuli Venezia Giulia o, in alternativa, potrà esprimere ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni a decorrere dalla predetta data di pubblicazione;
In relazione al disposto dell'art. 37, comma 3, del D.Lgs. 285/92, sempre nel termine di 60 giorni, può essere proposto ricorso, da chi abbia interesse alla collocazione della segnaletica, in relazione alla sua natura, al Ministero dei Lavori Pubblici, con la procedura di cui all'art. 74 del D.P.R. n. 495/92.

Ai sensi della legge 241/90 il responsabile del procedimento è il geom. Edoardo COLLINI e l'incaricato dell'istruttoria è il geom. Diego CREVATIN

IL DIRETTORE DEL SERVIZIO dott. arch. Andrea de Walderstein


Leggi anche » Università della Pizza – Via Nievo 4 Trieste

Condividi

You may also like...

Almanacco News