Veneto: inizia la distribuzione gratuita delle mascherine

Due milioni di pezzi consegnati venerdì 20 in serata. La fascia di tessuto bianco che ricopre le vie respiratorie, le alette auricolari, il leoncino rosso di Grafica Veneta e quello orogranata della Regione. Le mascherine made in Veneto le ha sfornate Fabio Franceschi, l’imprenditore di Trebaseleghe che, con un fatturato annuale di 150 milioni di euro, ha scalato il mercato della tipografia editoriale in Italia (75% del mercato) e nell’Unione europea, dove occupa il 30% del comparto. Lo sguardo, allora, corre al suo stabilimento, 100 mila metri quadrati popolati da 300 addetti che lavorano tra rotative gigantesche e piramidi di libri multilingue.

Come nasce un’idea. «L’epidemia virale ha posto l’esigenza di uno schermo protettivo per la vita quotidiana, un usa e getta utile, realizzabile in tempi brevi. Ci siamo guardati intorno, il problema non era tanto la messa a punto del ciclo produttivo, quanto la disponibilità di un materiale che garantisse resistenza, filtraggio e aderenza. Per individuare la combinazione giusta abbiamo lavorato una settimana, scartando una tonnellata di materiale»: così l’imprenditore padovano, di scena a Marghera, al comando della Protezione civile, ospite del governatore Luca Zaia al quale ha donato due milioni di pezzi destinati alla popolazione.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...