Pallanuoto, orchette battute dal Css Verona

SERIE A1 FEMMINILE: BATTUTE NEL POSTICIPO
ALLA “BIANCHI” TRIESTE SI ARRENDE AL CSS VERONA
COLAUTTI: “NEL COMPLESSO UNA BUONA PRESTAZIONE”

Sconfitta interna per le orchette nel posticipo della settima giornata di ritorno del campionato di serie A1 femminile. Alla “Bruno Bianchi” la Trieste è stata battuta dal Css Verona per 8-13. Le orchette restano al sesto posto in classifica (ultimo per agganciare i ), le scaligere invece balzano in terza posizione. “La prestazione nel complesso è stata buona – spiega a fine partita l'allenatrice Ilaria Colautti – forse potevamo contenere il passivo, abbiamo commesso qualche ingenuità che loro hanno sistematicamente sfruttato grazie alla loro qualità, per oggi va bene così in attesa dei prossimi impegni che saranno decisivi per la nostra stagione”.

La cronaca. Il tecnico del Css Zizza deve fare i conti con un paio di assenze e manda solo undici giocatrici a referto, la Colautti è costretta a centellinare l'impiego di Abla e Rezende, rientrate proprio nell'immediata vigilia del match dopo gli impegni oltreoceano con la nazionale brasiliana. Equilibrio nella prima frazione. Passano 48'' e Sparano intercetta un rigore di Santapaola, sul ribaltamento di fronte l'ex Kempf da boa trova lo 0-1. Santapaola si riscatta con la pregevole colomba dell'1-1 e Marussi in diagonale firma il 2-1. Negli ultimi 90'' del però le ospiti vanno a segno tre volte con Bianconi, Di Maria da boa e una controfuga di Gragnolati: 2-4. Le orchette danno battaglia su ogni pallone ma il Verona è più cinico. Nella seconda frazione le reti delle scatenate Bianconi e Gragnolati valgono il 2-6 di metà gara.

Si segna tanto nel terzo periodo, con la Pallanuoto Trieste che prova a produrre il massimo sforzo per riportarsi sotto nel punteggio. Santapaola trova il varco giusto sul primo palo (3-6), Bianconi risponde con il 3-7, Klatowski in superiorità insacca il 4-7 e Gragnolati, sempre con l'uomo in più, il 4-8. Krasti (subentrata a Ingannamorte tra i pali) sventa un tiro dai cinque metri di Bianconi e le orchette iniziano a crederci. Santapaola con la specialità della casa, la colomba, insacca il 5-8 e a 38'' dalla fine del tempo Lonza Sparano per il -2 (6-8). Bianconi però è una sentenza e si entra negli ultimi 8' di gioco con le ospiti avanti 6-9. Nel quarto periodo Trieste va di nuovo sul -4 (rete della solita Bianconi) e torna sul -2, grazie ad una magia di Cergol da boa (8-10 a 5'52'' dalla sirena). Nel finale però le scaligere conservano maggiore lucidità e chiudono i conti sull'8-13 grazie alle reti di Kempf, Esposito su rigore e Di Maria.

La Pallanuoto Trieste tornerà in acqua sabato 26 marzo per affrontare in trasferta il Css Verona.

PALLANUOTO TRIESTE – CSS VERONA 8-13 (2-4; 0-2; 4-3; 2-3)
PALLANUOTO TRIESTE: Ingannamorte, Lonza 1, Rezende, Abla, Marussi 2, Cergol 1, Klatowski 1, Riccioli, Colletta, Leone, Jankovic, Santapaola 3, Krasti. All. I. Colautti
CSS VERONA: Sparano, Esposito 1, Ivanova, Zanetta, Kempf 2, Marchetti, Bianconi 5, Gragnolati 3, Di Maria 2, Sbruzzi, Donadio. All. Zizza

Arbitri: Castagnola e Braghini

NOTE: uscita per limite di falli Colletta (T) nel quarto periodo; nel primo periodo Sparano (V) ha parato un rigore a Santapaola, nel terzo periodo Krasti (T) ha parato un rigore a Bianconi; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 1/6 + 1 rigore, Css Verona 4/9 + 2 rigori

Roberta Santapaola

Roberta Santapola, tripletta nella sfida con le scaligere

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...