Officine Metalliche – Concerto elettroacustico per voce sola di e con Ivan Zerbinati

Uno spettacolo e un progetto eccentrico e sorprendente nella produzione made in Miela tutta nata nella testa (ma anche nel garage) dell’attore e performer Ivan Zerbinati. Un sogno work in progress – e che ora giunge al suo secondo step dopo la presentazione nella rassegna Let’s della scorsa estate – per la personalissima e potente rilettura e in scena sonora di un inferno dantesco interamente basato sul potere evocativo della voce e di diverse sonorità. Quasi un per endecasillabi danteschi e suoni acustici e elettronici miscelati in un magma sonoro suggestivo, poetico e ‘infernale’.

Il “ridottino” del Miela diverrà per quattro giorni (giovedì 26 e venerdì 27 e lunedì 30 e martedì 31 maggio) la ‘camera sonora’ in cui far risuonare e rivivere le voci di Paolo e Francesca, del Conte Ugolino e la violenza dei diavoli di Malacoda, tra paesaggi di pece bollente e laghi ghiacciati. Gli spettatori assisteranno allo spettacolo collegati tramite cuffie wireless, per un massimo di 30 spettatori a replica (l’ingresso,quindi, è su prenotazione), raccolti attorno a una gabbia in tubi innocenti che farà da scheletro a una serie di strumenti: lamiere, flauti, strani clarinetti, diversi looper e anche un’artigianale testa binaurale. Acciaio, legno, sughero, acqua, gomma, materiali e strumenti percossi, sfiorati, graffiati e fatti risuonare e vibrare in quella che, dice Zerbinati, “non è una scatola degli orrori sonora, ma un luogo doloroso dove abita un’umanità perduta”.
Un personale inferno dantesco.

Organizzazione: Bonawentura

Maschera obbligatoria.


Teatro Miela – ridottino
giovedì 26 e venerdì 27 maggio ore 20.30
lunedì 30 e martedì 31 maggio ore 19.00
OFFICINE METALLICHE
elettroacustico per voce sola
di e con Ivan Zerbinati

officine metalliche ivan zerbinati

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...