Zona Giarizzole- San Pantaleone: abbattuti 11 alberi

Stamane in , , è in corso l’ di 11 , quasi tutte Acacie, con epicentro il “Giardino Ondina Peteani”.

Da una nota del leggiamo:

“Il committente dovrebbe essere il Comune di Trieste, il condizionale è d’obbligo perchè sugli avvisi appiccicati sui divieti di sosta provvisori piazzati in strada non c’è stampato alcun nome.
Si va dunque per deduzione, ovvero solo il Comune può emettere avvisi di divieto di sosta, ergo ….
Delle rigogliose ultradecennali (dai 50 ai 60 anni d’età) alberature l’aspetto precedente al massacro e la visione dei ceppi postumi denotano la loro totale salubrità, senza curvatura alcuna nello sviluppo.
Di queste, per onor di verità, una era spezzata e rinsecchita, accanto al alcuni reimpianti di nuove alberature, collocate all’incirca un anno fa, in stato agonizzante, praticamente senza foglie e quelle poche presenti accartocciate per evidente mancanza di irrorazione (chiamasi acqua).
A parte la considerazione che noi tutti, o quasi, saremo defunti quando questi “nuovi alberi”, posto che riescano a sopravvivere e ne purtroppo dubitiamo assai, raggiungeranno dimensioni e benefici effetti di quelli abbattuti.
Due ultime notazioni a margine.
Il parco giochi per i bimbi risulta sempre inaccessibile: delittuoso.
E uno dei “lavoranti” non ha gradito che noi scattassimo delle foto: lo abbiamo calmato con l’avviso che altrimenti avremmo chiamato le forze dell’ordine.
Quando si dice la professionalità.
Capite ora perchè è importante essere in tanti all’incontro pubblico di Lunedì 13 luglio, alle ore 19, al Circolo Miani in via Valmaura 77 a Trieste. Sempre che si voglia fermare questa mattanza, tra le altre cose, altrimenti piangere ed imprecare sui Social serve picca o nulla”

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...