Uomo nudo barcolla a Barcola, i motivi dell’insolito show

, un uomo completamente denudato e dall’incedere non troppo sicuro. È accaduto ieri nei pressi della pineta barcolana e risulta trattarsi di un cittadino libico di 33 anni, richiedente protezione internazionale, che è stato prontamente condotto al Carcere del Coroneo, secondo le prescrizioni del Pubblico Ministero di turno esterno della Procura della Repubblica del Tribunale di Trieste.
Arriva in pineta, si toglie immediatamente pantaloni e mutande, e inizia a barcollare tra gli alberi e il lungomare di Barcola, creando molto scompiglio tra le famiglie triestine che, nel caldo pomeriggio di sabato, 27 giugno 2020, si sono intrattenute al mare per godersi il caldo weekend estivo. Tra loro ci sono molti bambini che si rincorrono tra i giochi e gli alberi e che, all’improvviso, si trovano davanti l’uomo completamente nudo. Non è solo la calura estiva la causa di questo inatteso e scabroso spettacolo: accanto agli indumenti, infatti, è stata lasciata a terra una bottiglia di gin completamente vuotata.
Qualcuno chiama i Carabinieri e, sul posto, giungono immediatamente due pattuglie della Compagnia di Aurisina, i militari cercano di far rinsavire l’uomo e di convincerlo a rivestirsi.
Quando i Carabinieri cercano di avvicinarglisi per farlo coprire, l’uomo inizia ad aggredirli con spintoni, calci, sputi e graffi; motivo per cui i Carabinieri sono stati costretti a immobilizzarlo e a trarlo in arresto.
Due Carabinieri sono stati medicati presso il Pronto Soccorso per i colpi ricevuti, riportando lesioni lievissime, mentre l’esagitato è stato condotto al Carcere del Coroneo, secondo le prescrizioni del Pubblico Ministero di turno esterno della Procura della Repubblica del Tribunale di Trieste, subito informato dell’accaduto. Lo straniero dovrà perciò rispondere dei reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, oltre che di atti osceni ed ubriachezza.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...