Un nuovo volume intitolato “Indifferenza”

UN NUOVO VOLUME, INTITOLATO “INDIFFERENZA”, ESCE PER LA COLLANA “PAROLE DEL TEMPO” DELLE EDIZIONI ALPHABETA VERLAG; RACCOGLIE RACCONTI DI MARCO BALZANO, CLAUDIA DURASTANTI, HELENA JANECZEK, GIACOMO SARTORI E ERALDO AFFINATI.

AL VIA VENERDì 11 DICEMBRE, ALLE 18, LA PRIMA DELLE 5 PRESENTAZIONI ONLINE, CON CLAUDIA DURASTANTI E , CONDOTTA DA .

CURATORE DEL PROGETTO DEGLI È IL GIORNALISTA E SCRITTORE ; L’ATTORE LORENZO ZUFFI INTERVIENE CON DELLE LETTURE DAI RACCONTI.

Il progetto “Parole del Tempo / Zeitworte” coinvolge scrittori italiani e di lingua tedesca e conferma la vocazione principale dell’editore meranese: mettere a confronto e far dialogare culture diverse, ponendosi attivamente “tra” i confini e analizzare nel profondo diversi scenari culturali attraverso la letteratura.


Prende il via il prossimo venerdì 11 dicembre, alle ore 18, la serie di incontri online dedicati a “Indifferenza” il nuovo volume di Edizioni Alphabeta Verlag (Merano) per la collana “Parole del Tempo”. L’incontro avrà come protagoniste Claudia Durastanti (finalista al Premio Strega con “La Straniera”) e Nadia Terranova (anche lei finalista allo Strega con “Questi Fantasmi”), che dialogheranno con Marino Sinibaldi, giornalista, critico letterario e direttore di Rai Radio 3.
L’incontro si svolge su Zoom  https://bit.ly/indifferenza11dicembreNL e sulla pagina Facebook di Edizioni Alphabeta Verlag

Alessandro Mezzena Lona

Alessandro Mezzena Lona

A questo incontro seguiranno altri appuntamenti online, ciascuno dedicato ai racconti contenuti nel volume, che ospiteranno gli autori, tra i più interessanti dello scenario italiano: a dialogare con loro critici e moderatori di livello. A curare il progetto degli incontri online è Alessandro Mezzena Lona, giornalista e scrittore triestino, già responsabile delle pagine culturali del quotidiano Il Piccolo. Ogni incontro ospiterà le letture dell’attore e performer Lorenzo Zuffi – noto al mondo teatrale del Friuli Venezia Giulia – che restituirà dei brani dei racconti.

GLI OSPITI DEL PRIMO INCONTRO
Claudia Durastanti è autrice de “I maghi in televisione” contenuto in “Indifferenza”; il racconto parla di un viaggio nell’universo malato di santi e santoni che, tra la televisione e la rete, finisce per risucchiare anche la vita di due donne, mamma e figlia, che cercano un modo per salvarsi da un mondo senza cura né dedizione. Claudia Durastanti (Brooklyn, 1984) è scrittrice e traduttrice letteraria. Il suo romanzo d’esordio, una storia di adolescenze americane (Un giorno verrò a lanciare sassi alla tua finestra, Marsilio, 2010), si è aggiudicato il Premio Mondello Giovani. Dopo altri lavori, il suo recente La straniera (La nave di Teseo, 2019) ha partecipato alla finale del Premio Strega ed è in corso di traduzione in quindici Paesi.

Nadia Terranova - Foto di Sandro Messina

Nadia Terranova – Foto di Sandro Messina

Nadia Terranova è autrice di “Tre estati”, contenuto nel volume “Risentimento”, pubblicato prima di “Indifferenza” nella stessa collana: la scelta di affiancare le due autrici è proprio quella di mettere a confronto due sentimenti, due visioni del nostro tempo, entrambe toccate dal progetto di “Parole del Tempo / Zeitworte”.
Nadia Terranova (Messina, 1978) è stata finalista allo Strega 2019 con “Addio fantasmi” (Einaudi 2018) e ha appena pubblicato “Aladino” (Orecchio Acerbo 2020, illustrazioni di Lorenzo Mattotti). È stata tradotta in tutto il mondo e collabora con diversi giornali tra cui Repubblica e Il Foglio.

Marino Sinibaldi

Marino Sinibaldi

Marino Sinibaldi, che conduce l’incontro, è giornalista, autore e conduttore di programmi radio televisivi e critico letterario; è Direttore di Rai Radio 3 ed è ideatore della trasmissione Fahenheit, dello stesso canale, dedicata ai libri. In Rai ha condotto Fine secolo, Lampi, Senza rete, Supergiovani, Tema, Ha scritto Pulp. La letteratura nell’era della simultaneità (1997) e con N. Ginzburg È difficile parlare di sé. Conversazione a più voci condotta da Marino Sinibaldi (1999). Del 2014 Un millimetro in là. Intervista sulla cultura, a cura di G. Zanchini.

Tutti gli incontri saranno introdotti (uno di essi anche condotto in prima persona) da Alessandro Mezzena Lona, curatore del progetto degli appuntamenti online. Nato a Trieste, per 16 anni responsabile della pagine culturali de “Il Piccolo”, ha collaborato al “Corriere della Sera” ed è autore di saggi sulla letteratura. Nel 2013 ha vinto il Premio Grado Giallo Mondadori con “Non credere ai santi”. Con Mitja Gialuz il volume “Barcolana un mare di racconti”, vincitore del Premio Speciale Marincovich 2019. Ha raccontato nel “il poeta delle pantegane” la vita e i versi di Federico Tavan.
Ogni incontro sarà arricchito dalle letture di Lorenzo Zuffi, attore, performer e formatore triestino che interpreterà alcuni brani dei racconti.

IL VOLUME
Indifferenza è il primo dei quattro volumi in doppia lingua (italiano e tedesco con le rispettive traduzioni), ed è dedicato a un sentimento che, nelle sue diverse forme, attraversa tutta la letteratura italiana (ed europea) del Novecento: da Pirandello a Svevo, da Montale a Moravia, fino a Melville e Camus, è emblematico il “personaggio” privo della necessaria volontà che lo spinga ad agire, sospeso tra abulia, pavidità ed egoismo.
Da un punto di vista sociale, l’indifferenza è sempre una carenza di empatia che può sfociare in disinteresse, inerzia, ottusità, tutte caratteristiche facilmente manipolabili a fini politici.
I cinque scrittori hanno accettato di confrontarsi con questa “parola del tempo” e l’hanno messa in scena in modi diversi, offrendo ai lettori un piccolo repertorio delle sue possibili manifestazioni.
Come si manifesta l’indifferenza nel mondo di oggi, sempre più segnato da guerre, egoismi, povertà, migrazioni, addirittura pandemie? Dobbiamo condannare l’indifferente o egli è semplicemente uno che si sta difendendo di fronte ai dolori della vita, agli amori finiti, alle delusioni, alle incomprensioni, ai sogni non realizzati? Ci sono condizioni esistenziali in cui l’indifferenza può essere tollerata o addirittura considerata una cura?

Queste poche righe, tratte dalla prefazione di Giovanni Accardo (curatore del volume) a Indifferenza, portano con sé l’essenza del nuovo volume e sono espressione più ampia della mission di Edizioni alphabeta Verlag di Merano (BZ). L’editore, con i suoi libri, compie un’operazione umanistica e culturale di ampio respiro. In una sorta di missione “glocal”, si muove per sua natura attraverso i confini, scandagliando il tessuto umano, psicologico, sociale delle diverse culture che descrive; per farlo si serve della profondità della letteratura e della potenza del linguaggio.

COME È STRUTTURATA LA COLLANA
Indifferenza è il secondo tema affrontato dalla collana Parole del tempo/Zeitworte (il primo è stato Risentimento, nel biennio 2018-2020): l’operazione prevede due raccolte di racconti inediti in edizione originale, italiana e tedesca. Cui fa seguito la traduzione incrociata dei due volumi.

Per ciascuna “parola del tempo” (parola chiave della nostra identità contemporanea) cinque racconti sono stati affidati ad altrettanti autori italiani e compongono un volume, Indifferenza I, pubblicato in questi giorni); ancora cinque racconti sullo stesso tema sono stati proposti ad autori di lingua tedesca (Gleichgültigkeit I, anch’esso già disponibile). I racconti tedeschi verranno tradotti in italiano (da traduttori letterari scelti tra i nomi più quotati) e saranno riuniti in un’altra raccolta (Indifferenza, II) mentre quelli italiani verranno tradotti in tedesco e formeranno Gleichgültigkeit II.

Una sorta di “viaggio incrociato in quattro tappe” (e quattro volumi), dunque, che Parole del tempo/Zeitworte dedica a concetti chiave attraverso i quali indagare nel profondo le questioni centrali della contemporaneità.

L’EDITORE

Edizioni alphabeta Verlag esprime la vocazione più autentica di un territorio di frontiera: un ponte tra lingue e culture differenti che nella sua duplice identità – italiana e tedesca – declina la nozione di confine in termini di oltrepassamento, contaminazione, dialogo. Il suo ricco catalogo è un luogo di incontro e di “sconfinamento” tra generi letterari, tra storia e finzione, tra ragione e follia.

Edizioni alphabeta Verlag opera da circa 30 anni in Alto Adige/Südtirol. L’attività editoriale è iniziata con la pubblicazione di materiali didattici per l’apprendimento delle lingue nonché saggi e ricerche scientifiche su educazione linguistica, sociolinguistica e comunicazione interculturale. Nel tempo la produzione si è poi allargata fino a comprendere testi di carattere più specificatamente narrativo nella Collana TravenBooks e di saggistica storica nella collana Territorio/Gesellschaft. Oltre a queste due collane, da alcuni anni è anche attiva una collana di discussione sulla salute mentale che riprende la grande lezione di Franco Basaglia (Collana 180 – Archivio critico della salute mentale).

IL CALENDARIO DEGLI INCONTRI

(Su zoom e sulla pagina Facebook di Edizioni Alphabeta Verlag)

venerdì 11 dicembre 2020, ore 18
Incontro con Claudia Durastanti e Nadia Terranova, conduce Marino Sinibaldi

giovedì 17 dicembre 2020, ore 18
Incontro con Eraldo Affinati, conduce Giovanni Accardo

venerdì 18 dicembre 2020, ore 18
Incontro con Helena Janeczek, conduce Alessandro Mezzena Lona

venerdì 8 gennaio 2021, ore 18
Incontro con Marco Balzano, conduce Giuditta Casale

Venerdì 15 gennaio 2021, ore 18
Incontro con Giacomo Sartori, conduce Federica Manzon

Introduce Alessandro Mezzena Lona – Letture di Lorenzo Zuffi


La foto di Nadia Terranova è di Sandro Messina

Edizioni alphabeta Verlag
Sandplatz/Piazza della Rena, 2 – 39012 MERANO (BZ)
Tel. +39 0473 257790 – 0039 335 5843586
mail books@alphabeta.it
web www.edizionialphabeta.it

corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...