Triestebookfest – Terzo appuntamento con Tim Parks, Giuseppe Culicchia, Romano Montroni

Triestebookfest-2016

L’1, 2 e 3 aprile ritorna il Triestebookfest con il suo terzo appuntamento, “Lettura, scrittura e dintorni”. Dodici appuntamenti con scrittori ed illustratori si susseguiranno all’interno della Sala Piccola Fenice di via S. Francesco 5. Presentazioni di ed incontri con gli autori con i quali si approfondirà il tema dell’importanza dell’esperienza della lettura. Un incontro speciale sarà quello riservato ad alcune classi del Liceo Francesco Petrarca di Trieste: Romano Montroni, Presidente del Centro per il Libro e la Lettura, incontrerà gli studenti per raccontare la sua importante esperienza nella promozione del libro e della lettura.

VENERDI’ 1 APRILE Sala Piccola Fenice (via San Francesco 5)
Il primo aprile l’evento inizierà alle ore 17 con Nuccio Ordine, professore di letteratura italiana noto a livello internazionale per i suoi lavori sul Rinascimento e Giordano Bruno. L’incontro, dal titolo “Elogio dei saperi inutili” sarà, introdotto da Tatjana Rojc, e sarà dedicato al saggio di Ordine “L’utilità dell’inutile”, un manifesto contro il liberismo selvaggio che riduce tutto a un grande supermercato di consumo. Alle ore 18 “Il cantiere di un romanzo”: lo scrittore Paolo di Paolo dialogherà assieme al giornalista Pietro Spirito, IL CANTIERE DI UN ROMANZO, come nasce e si struttura un romanzo, dall’ideazione dei personaggi allo sviluppo della trama.

SABATO 2 APRILE Sala Piccola Fenice (via San Francesco 5)
Sabato mattina alle 10.30 Andrea Molesini autore di “Non tutti i bastardi sono di Vienna” – premio Campiello 2011, dialogherà assieme a Sergia Adamo, professoressa dell’Università di Trieste nell’incontro dal titolo “Leggere, inventare, scrivere: il particolare è inflessibile”.
Alle 11.30 Fulvio Ervas con Nicoletta Romeo presenterà il suo ultimo libro “Tu non tacere”, dove si affrontano i temi del diritto alla salute e della professionalità e responsabilità del medici in un sistema a volte complicato e contraddittorio.
Alle 16 lo scrittore Massimo Palma e l’illustre fumettista Tuono Pettinato presenteranno il loro libro “Happy Diaz”. Il libro racconta la formazione musicale della generazione che partecipò al G8 di Genova nel 2001 ed è impreziosito da 13 ritratti realizzati da Tuono Pettinato.
Alle 17, invece, il fumettista Tito Faraci assieme alla giornalista e voce di Radio2 Francesca Fornario, presenteranno i loro libri: “La vita in generale” e “La banda della culla”, due opere che si confrontano sui temi dell’adozione e del tradimento.
Alle 18 la scrittrice Giovanna Zucca, introdotta da Loriana Ursich presenterà “Assassinio all’Ikea”: un giallo divertente in cui le riflessioni sull’amore delle due protagoniste condiscono un intreccio vivace e piccante fatto di ricordi, avventure e segreti.

DOMENICA 3 APRILE
Domenica mattina il Triestebookfest si apre alle 10.30 con Romano Montroni, Presidente del Centro per il Libro e la Lettura, responsabile delle librerie Feltrinelli per più di 40 anni e fondatore delle librerie Coop. Durante l’incontro, dal titolo “Vendere libri e leggere libri” Montroni dialogherà con l’editore Simone Volpato sul l’importanza dell’esperienza della lettura nella sua formazione di libraio e del ruolo fondamentale di questa professione nella trasmissione dell’amore per i libri.
Alle 11.30 Luca Bianchini, scrittore e giornalista per Vanity Fair racconterà, dialogando con Patrizia Piccione, il suo ultimo romanzo “Dimmi che credi al destino” storia di una giovane libraia italiana e della sua piccola libreria londinese.
Alle 16.30 Lo scrittore Tiziano Scarpa, vincitore del premio Strega 2009 racconterà assieme all’editorialista Roberto Morelli “Il brevetto del geco” dove i temi dell’arte, dell’amore e della religione sono raccontati in un vorticante crescendo di mistero e di suspance. Alle 17.30 Tim Parks, scrittore e giornalista inglese, racconterà il suo saggio “Di cosa parliamo quando parliamo di libri” un resoconto ironico e provocatorio sul mondo dell’editoria e delle manifestazioni letterarie. Concluderà il il reading non convenzionale di Giuseppe Culicchia, scrittore torinese che proporrà un’inedita ANTIpresentazione intitolata “Mi sono perso in un luogo comune”; una lettura di alcune definizioni di luoghi comuni e banalità raccolte in giro per il Paese e delle quali ci dovremmo liberare.

L’ASSOCIAZIONE TRIESTEBOOKFEST
Il Triestebookfest è un festival dedicato alle differenti modalità di espressione della passione per i libri e per la lettura. Dalla scrittura alla lettura, il festival vuole illustrare come tutte le modalità di approccio alla letteratura siano in realtà facce differenti della stessa medaglia. Per questo motivo il festival si è sviluppato in tre week end dedicati a generi letterari diversi, dalla graphic novel al giornalismo e alla narrativa. per coinvolgere ed appassionare fasce di età diverse favorendo il confronto e la contaminazione tra le diversi stili e forme di espressione.


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...