Sommozzatori a Trieste inesistenti : VVF, Sut e Dal Zovo all’attacco in Regione

sommozzatori vigili del fuoco trieste

Trieste, 15 ottobre 2020 – “Servono risposte alle istanze del del Friuli Venezia, a cui rinnoviamo il nostro impegno per un coinvolgimento del Governo nella risoluzione dei problemi che ogni giorno affrontano”. Lo dichiarano il deputato M5S e la capogruppo in , a seguito della videoconferenza dei giorni scorsi con il segretario regionale del CO.NA.PO, Damjan Nacini.

Al centro del confronto la di personale, destinata ad aggravarsi soprattutto nelle ex province di Gorizia e Udine, la scarsità e l’inadeguatezza dei mezzi di , oltre alla mancata operatività del presidio di Latisana, all’esigenza di trasformare il distaccamento stagionale di Grado in sede permanente e alla mancanza di in territorio triestino.

“Prendiamo atto delle istanze dell’organizzazione sindacale in merito alle annose problematiche incontrate dal Vigili del Fuoco della nostra – commentano i Portavoce – con l’impegno a trasmetterne opportuna nota al Sottosegretario all’Interno, Carlo Sibilia. Centrale – proseguono – è il valore dell’opera prestata dal Corpo nei nostri territori, e tale deve essere il risalto dato alle richieste che ci sottopongono, nell’interesse dell’intera collettività. Le prime risposte sono giunte già nei mesi scorsi – ricordano i pentastellati – e intendiamo farci portavoce delle ulteriori necessità, talvolta peculiari nelle diverse aree della . Il goriziano rileva esigenze legate alla presenza dell’aeroporto regionale – chiosano – mentre la zona di Trieste fa i conti con la necessità di automezzi compatibili con la conformazione del territorio e le ridotte dimensioni delle sue strade. Complessivamente – concludono Sut e Dal Zovo – 180 unità di personale in tutto il FVG sono insufficienti e lo saranno ancora di più a seguito dei pensionamenti”.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...