Sissa Trieste: con Mattarella arrivano anche i tagli per mezzo milione

Penalizzazioni anche per Ogs

Prende corpo l’ipotesi che i contributi ministeriali per la Sissa subiscano un ulteriore taglio di mezzo milione nella programmazione 2019-21. Se così fosse, l’Istituto, un’eccellenza con standard qualitativi che non hanno alcunché da invidiare a realtà come la Normale di Pisa e già sottofinanziato rispetto allo spessore e al ruolo che ricopre in ambito nazionale e internazionale, subirebbe un colpo pesante che potrebbe comprometterne alcune attività. La Regione ha chiesto al Governo di premiare i risultati brillanti della Sissa e l’ipotesi di una mutilazione degli stanziamenti suona incomprensibile a pochi giorni dalle parole di stima e apprezzamento pronunciate dal presidente della Repubblica, Mattarella.

I proventi della Sissa derivano per il 70 per cento da contributi ministeriali, attualmente articolati in tre parti: quota base (circa 14,3 milioni di euro), quota premiale (circa 4,6 milioni di euro), contributi per borse di dottorato (3,4 milioni di euro). La quota base è decisamente inferiore a quelle della Normale e di Sant’Anna per un importo di 2-2,5 milioni di euro su base annua. Grazie a prestazioni significativamente superiori alla norma, la Sissa è riuscita in questi anni a incrementare la quota premiale del proprio bilancio attutendo in parte il taglio.

Euroland, il bazar tutto triestino! Segui la pagina facebook e metti un like, per non perdere le offerte e le news!

Almanacco News

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *