“Signori, el delito xe servido” al Teatro Silvio Pellico

Compagnia TUTTO FA BRODUEI in SIGNORI EL DELITO XE SERVIDO

Sesto appuntamento in Cartellone per la “35a STAGIONE DEL TEATRO IN DIALETTO TRIESTINO” organizzata e promossa da L’ARMONIA – Associazione tra le Compagnie Teatrali Triestine (affiliata F.I.T.A. – F.I.T.A.-U.I.L.T. FVG).

Il 31 gennaio e a seguire – 1-2 / 7-8-9 / 15-16 febbraio 2020, il venerdì e il sabato alle ore 20.30 e la domenica alle ore 16.30, al Teatro “SILVIO PELLICO” di via Ananian a Trieste sarà protagonista la Compagnia Teatrale TUTTO FA BRODUEI – F.I.T.A. con SIGNORI, EL DELITO XE SERVIDO! commedia musicale in due atti dal film “Clue” di Jonathan Lynn, adattamento e regia di Stefano Volo & Laura Vicenzotti.

Una villa in costiera, un maggiordomo troppo presente, un avvenente cameriera, una cuoca Neozelandese, sei sconosciuti invitati ad una cena ed una vittima designata ……Sono tutti i buoni presupposti per un Giallo! Ma in questo spettacolo però, oltre ad il Giallo, ci sono anche la Rossi, la Bianca, il Verdi, il Prugna e la signora Clementina, e tutti hanno un losco segreto da tener nascosto. Ma siamo nel 1954 in una Trieste gestita dal GMA dove lo spionaggio era all’ordine del giorno, e non tutti sono ciò che sembrano!

I TUTTO FA BRODUEI quest’anno vi propongono una sfida a Cluedo, definito “Il gioco poliziesco più venduto nel mondo”, dove “Occorre un detective dal fiuto infallibile” e “Si deve scoprire chi ha commesso il delitto”! Prima del debutto nel genere giallo/noir, la Compagnia si è cimentata in varie serate sul tema, organizzando delle “cene con delitto” e dando così modo ai registi Stefano Volo & Laura Vicenzotti di studiare le varie reazioni del pubblico di fronte a temi seri come menzogne e morte, trattati però in chiave ironica.
Ovviamente non possiamo rivelare troppi indizi sulla storia ed i suoi protagonisti, ma la regia tiene a far sapere al pubblico che l’unico reale obiettivo per questa stagione 2019/2020, che tra le altre celebra il decennale dell’attività targata TUTTO FA BRODUEI, è di stupire il pubblico presentando uno spettacolo diverso dai precedenti, con degli arrangiamenti musicali e dei suoni (affidati ancora una volta a Maurizio Bressan) e delle coreografie (create da Sara D’Attoma) che strizzano l’occhio più al genere Musical che alla semplice commedia musicale; delle scenografie più astratte (curate sempre dall’artista Monica Kirkmyar) studiate per affidare alla fantasia dello spettatore l’ambientazione più adatta alla scena a cui stanno assistendo, ed una grafica promozionale (creata da Luca Martelli con il supporto fotografico di Diana Feresin) che riporti alla rappresentazione di un vero e proprio gioco di società piuttosto che ad uno spettacolo teatrale.

Da segnalare inoltre la presenza di Gabriella Lombardo per l’adattamento dei costumi e del trucco all’ambientazione anni ‘50 e l’ingresso dei nuovi elementi Veronica Bercarich e Nicholas Russo come staff tecnico.

Ad inscenare il gioco sul palco quest’anno Davide Heller, Giorgia Carli, Roberta Vidonis, Alessandro Gallitelli, Valentina Bruni, Gabriella Galli, Raffaele Acco, Francesca Grisonich, Stefano Buonfrate, Stefano Volo ed al suo debutto Massimo Spigolon. Mentre a gestire il gioco stesso ci saranno Francesco Bulli, Laura Vicenzotti ed Elena Bisel.

Le regole del gioco ormai vi sono state svelate quindi non resta altro che esclamare… SIGNORI, EL DELITO XE SERVIDO!

I TUTTO FA BRODUEI (F.I.T.A.) andranno in scena al Teatro “SILVIO PELLICO” di via Ananian (ampio parcheggio fino ad esaurimento posti) i giorni 31 gennaio – 1-2 / 7-8-9 / 15-16 febbraio 2020, venerdì e sabato alle ore 20.30 e domenica alle ore 16.30. Eccezionalmente un terzo fine settimana straordinario di repliche sabato 15 e domenica 16, una scelta in più per gli abbonati del turno libero.

La “35a STAGIONE DEL TEATRO IN DIALETTO TRIESTINO” si svolge con il Patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e dal Comune di Trieste, ed è inserita nel Progetto L’ARMONIA TEATRO AMATORIALE finanziato dalla F.I.T.A. – U.I.L.T. FVG.

Almanacco News

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *