Scuola guida a Trieste, le novità

Le scuole guida hanno riaperto a metà maggio, dopo che l’emergenza coronavirus ha sospeso la formazione per i candidati all’inizio di marzo. Molti diciottenni decidono di fare il test di guida alla fine dell’anno scolastico, ma quest’anno il numero dei candidati è triplicato, hanno dovuto trascorrere due mesi o più prima di potersi sedere al volante. Naturalmente, anche le scuole guida hanno dovuto adattarsi alla situazione per riavviare il processo educativo; maschere protettive, misurazione della temperatura corporea, disinfezione regolare di mani, veicoli e aule si sono già abituate in questo mese. La maggior parte dei problemi li hanno avuti i corsi di teoria, a causa del rispetto della distanza interpersonale. Alcune autoscuole hanno optato per un’app attraverso la quale qualsiasi studente può prenotare un posto in classe. Altrimenti, è possibile seguire le lezioni a distanza, proprio come a scuola.
I corsi teorici si svolgono anche a distanza, sia per gli esami di guida che per quelli nautici, che è una novità di quest’anno e sta riscuotendo un enorme successo. Le persone si sono abituate alle lezioni a distanza. Dopo l’iniziale esitazione e lo scetticismo, le reti online hanno dato i loro frutti, e anche se le sedi sono aperte, molti decidono ancora di studiare da casa, per semplice comodità.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *