Scopri il primo atto della stagione 2020-2021 del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia

Il Rossetti 2020

28 fra ottobre e gennaio: poi un “secondo atto” che si conoscerà a fine anno.

La Stagione 2020-2021 del Stabile del Friuli Venezia Giulia – sottolineano il Presidente Francesco Granbassi e il Direttore Franco Però – mantiene il livello degli anni passati e se l’emergenza COVID limita la capienza in sala, non fa altrettanto con la fantasia e la qualità artistica delle proposte.

La Prosa intreccia contemporanei e classici riflettendo su grandi sfide sociali: il tema dell’ambiente ne La pazza di Chaillot riletta da Letizia Russo, con Manuela Mandracchia, Giovanni Crippa e gli attori della Compagnia Stabile, le coraggiose scelte esistenziali di Locke di Knight con Filippo Dini, il degrado morale in Peachum con Rocco Papaleo, in cui Fausto Paravidino rivisita Brecht, o l’ipocrisia de Il Misantropo diretto e interpretato da Fabrizio Falco.

Il filone contemporaneo dei Passages proporrà contaminazioni fra prosa e musica – Ludwig con Alessio Boni – con la scienza ne Le eccellenti di Marcela Serli, e le prospettive inquietanti di Carrozzeria Orfeo in Miracoli Metropolitani.

Di straordinario spessore i protagonisti del cartellone Le stelle del Musical: primi nomi del West End e di Broadway – come Earl Carpenter o Daniel Koek e Kerry Ellis– o stelle nazionali (Giò Di Tonno, Filippo Strocchi) terranno esclusivi concerti.

Nel carnet di Danza, Musica ed Eventi Oblivion Rhapsody, l’Evolution Dance Theatre in Blu Infinito, il concerto di Remo Anzovino.

Alla presentazione hanno partecipato l’Assessore alla Cultura della Regione Tiziana Gibelli, il Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza e l’Assessore ai Teatri del Comune Serena Tonel, Serena Pignataro coordinatrice dell’Ufficio Attività Istituzionale della Fondazione CRTrieste ed Emma Ursich Head of Group Corporate Identity & The Human Safety Net del Gruppo Generali.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...