Riaprire Trieste alla cultura, alla musica e ai giovani – La proposta di Progetto FVG

Piena solidarietà agli operatori teatrali e dello spettacolo, è importante mantenere l’attenzione sulla necessità di riaprire prima possibile – cos’ Giorgio Cecco coordinatore triestino di Progetto fvg – visto che andiamo verso la bella stagione, per diminuire il rischio e incrementare le possibilità, sarebbe da valutare l’utilizzo di spazi pubblici all’aperto per eventi culturali, musicali e di interesse anche per i giovani, è il periodo giusto per valutare queste opportunità e sfruttare le potenzialità e i siti di Trieste già utilizzati in passato durante la stagione estiva. Ci sono luoghi pure in centro poco utilizzati, come il Teatro Romano e altri che si prestano bene, adottando ovviamente le misure di sicurezza idonee, per essere messi a disposizione per tali attività, come fatto appunto in passato e spostare quindi l’interesse dalla movida alla cultura- sottolinea Cecco – oltre a far si da riattivare il mondo dello spettacolo, particolarmente penalizzato dall’emergenza Covid-19, che impiega non solo artisti, ma tanti lavoratori. Rendere attivo in tal senso anche il Porto Vecchio, pure per i giovani con iniziative quindi culturali, aree svago, spazi espositivi artistici e una zona dedicata proprio ai concerti – così Alice Tessarolo consigliere circoscrizionale – viste le tante iniziative ed associazioni che si occupano di musica, magari assieme ad istituzioni presenti in città come il conservatorio Tartini. (foto Cecco, Tessarolo e Ariella Reggio)

corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...