Rampigada Santa: due giorni di festa tra Roiano e l’Obelisco

Torna il 14 e 15 settembre la manifestazione che unisce competizione sportiva, mobilità sostenibile e festa popolare in uno dei luoghi più belli di Trieste.

Domenica 15 settembre è in programma l’ottava edizione della Rampigada Santa, ovvero la crono-scalata a piedi, in bicicletta o in entrambe le discipline, dell’erta cittadina di Scala Santa, 2.050 metri di lunghezza interamente pavimentati in pavè (bolognini) con pendenza media del 16,2% (min 10,8% – MAX 21%).

La partenza è prevista alle ore 10 da Roiano, e i partecipanti (iscrizioni obbligatoriamente entro giovedì 12 settembre online sul sito www.spiz.it) partiranno uno alla volta, a intervalli regolari di 30 secondi. A una settimana dalla chiusura delle iscrizioni, ci sono già oltre 100 scalatori pronti a dar battaglia.

Per chi volesse cimentarsi nella propria personale Rampigada Santa, senza il cronometro ufficiale, ma ugualmente in grado di far provare le emozioni della risalita a piedi dal Centro Città all’Altipiano Carsico, l’appuntamento è sempre a Roiano alle ore 09:30 ora in cui Scala Santa verrà chiusa al traffico veicolare e sarà a disposizione della cittadinanza in tutta la sua bellezza.

Ma la gara non è che la punta dell’iceberg della manifestazione, che inizia il giorno prima, sabato 14 settembre, ridando vita a uno degli spazi più affascinanti di Trieste: l’Obelisco di Opicina.

Qui è presente una vera e propria piccola sagra, dove oltre al chiosco enogastronomico e ad alcuni stand dedicati ai temi della sostenibilità ambientale, sono previsti anche diversi appuntamenti:
– alle 18 la giornalista Micol Brusaferro presenterà il progetto “Trieste abbandonata”, con cui, assieme a Emilio Ripari e Giada Genzo, esplora i luoghi dimenticati dalla città, tra cui anche l’ex Park Hotel Obelisco.
– alle 19 ci sarà l’esibizione delle Sezioni Pole Dance e Parkour dell’Associazione Progetto Danza Trieste
– alle 20, infine, il tanto atteso concerto dei Sardoni Barcolani Vivi.
Per maggiori dettagli: https://www.spiz.it/rampigada-santa/8-rampigada-santa-2019/8-rampigada-santa-2019-programma

“La Rampigada Santa è una manifestazione dai molteplici obbiettivi”, spiega Mauro Vascotto, il presidente dell’Associazione di Promozione Sociale Spiz che organizza l’evento, “da una parte è la dimostrazione che una mobilità più sostenibile è possibile, perché ‘se se pol andar su per de là a pie o in bici, alora se pol andar a pie e in bici dapertuto’, dall’altra è una festa non farci dimenticare quanto siamo fortunati ad avere una strada e un punto di arrivo che ci invidiano tutti.”

Il clima di festa si ripete ogni anno, anche grazie alla fantasia dei partecipanti, che nelle diverse edizioni si sono inventati un po’ di tutto: c’è chi è salito in tandem, chi su una graziella, chi con una capretta e addirittura chi palleggiando con una palla da basket, contando il numero di rimbalzi del pallone necessari per arrivare fino a Opicina.

Non resta che aspettare domenica 15 settembre per vedere cosa si inventeranno quest’anno… e, intanto, già da sabato, godersi gli appuntamenti e la vista dall’Obelisco, dove, udite udite, potrebbe essere presente anche il tram di Opicina, o più facilmente una sua versione teatrale.

Euroland, il bazar tutto triestino! Segui la pagina facebook e metti un like, per non perdere le offerte e le news!

Almanacco News

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *