Quartetto di ottoni al Knulp

Martedì 10 dicembre alle ore 21.00 presso il Knulp di via della Madonna del mare 7/a a Trieste sarà ospite del Circolo del Jazz Thelonious un quartetto di ottoni:

JOE FIEDLER’S “Big Sackbut”
Joe Fiedler – trombone
Luis Bonilla – trombone
Ryan Keberle – trombone
Jon Sass – tuba

Il desiderio di Joe Fiedler di condurre un progetto guidato da tromboni è nato negli anni ’80 dopo aver visto un concerto dei World Saxophone Quartet. Fu una rivelazione per lui, e alla fine portò alla creazione della sua acclamata band di ottoni (3 tromboni e tuba), Big Sackbut. DownBeat Magazine disse del gruppo: “Il gruppo spacca, balla e conversa … il quartetto è così stretto da sembrare un grande organo polifonico a basso ottone. Ogni trombonista lo uccide.” E eMusic.com ha proclamato che “il compositore-trombonista titolare gestisce l’impresa troppo rara di creare arte mentre si diverte”.

Con Big Sackbut la strumentazione unica è solo una parte dell’esperienza. Fiedler è un artista ossessionato con passione dalla musica fin dalla sua infanzia, ed è completamente impegnato nella sua arte di trombonista-compositore-arrangiatore. È intenzionato a seguire le orme dei suoi eroi (mentre brilla su sentieri propri), come Albert Mangelsdorff, Don Pullen, Bennie Wallace e la sua principale influenza al trombone, Ray Anderson. Questa devozione, unita a una conoscenza incredibilmente intima del jazz e di molti dei suoi rami (sarebbe difficile trovare qualcuno così erudito su questa musica), è rappresentata nel repertorio di Big Sackbut.

Fiedler lavora in gruppi di salsa dalla metà degli anni ’90, quindi con musicisti d’avanguardia come Anthony Braxton, Andrew Hill e Charles Tolliver. Dagli anni 2000 suona con The Sun Spits Cherries di Chris Jonas, la Big Band di Ed Palermo, Jason Lindner, Kevin Norton, nel Fast ‘N’ Bulbous (con Phillip Johnston) e la Satoko Fujii Orchestra. Dirige anche un trio con John Hébert e Mark Ferber, con i quali ha presentato due album, tra cui un tributo ad Albert Mangelsdorff. All’inizio del 2010 lavora con l’ensemble di fiati Big Sack But, che comprende anche Ryan Keberle, Louis Bonilla e Marcus Rojas. Nel 2017 forma il quartetto Joe Fiedler’s Stunt Chicken.

Luis Bonilla è un trombonista jazz americano, vincitore del Grammy Award, di origini costaricane, che ha tratto ispirazione da Lester Bowie, il suo mentore, con cui ha fatto un tour. Bonilla chiama Bowie il suo “padre lontano da casa”, dal quale ha imparato molto. Il New York Times lo ha definito come l’artista che “fa esplodere le solite strutture musicali del jazz afro-cubano e latino”. Bonilla si è affermato come musicista di sessione e sideman esibendosi con artisti jazz come McCoy Tyner, Dizzy Gillespie, Lester Bowie, Tom Harrell, Freddie Hubbard, Astrud Gilberto, Willie Colón e Toshiko Akiyoshi. Ha dimostrato la sua versatilità come musicista lavorando con artisti diversi come Tony Bennett, Diana Ross, Marc Anthony.

Ryan Keberle è un trombonista americano, compositore, arrangiatore ed insegnante. Descritto dal New York Times come “trombonista della visione e della compostezza”, dirige Ryan Keberle & Catharsis, un quintetto indie jazz con base a New York. Nel corso della sua carriera ha avuto modo di esibirsi oltre che con grandi jazzisti, anche in territori estranei alla musica jazz: David Bowie, David Byrne, Maria Schneider, Wynton Marsalis, Dave Douglas,Miguel Zenon Alicia Keys, ed appare in cinque dischi vincitori del Grammy Award.

Il newyorchese Jon Sass è considerato uno dei suonatori di tuba più creativi attualmente in circolazione, e ciò gli ha consentito di avere una carriera solista davvero unica. Jon può essere ascoltato in oltre 80 registrazioni. Dal 2008 si è affermato come solista in grandi gruppi musicali europei come la Vienna Chamber Orchestra e la Symphonic Wind Ensemble. Ha suonato, registrato ed effettuato delle tournee con le ensemble da camera della Filarmonica di Vienna e di quella di Berlino, e tra i musicisti del mondo jazz con Ray Anderson, David Murray, Butch Morris, Peter Erskine, Erika Stuky, Henry Threadgill, e con la Vienna Art Orchestra.

Info e prenotazioni: 3200480460 / thelonious.trieste@gmail.com

Euroland, il bazar tutto triestino! Segui la pagina facebook e metti un like, per non perdere le offerte e le news!

Almanacco News

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *