Progetto Life Ursus, ripopolazione di orsi dalla Slovenia

Nel 1999 il progetto Life Ursus, dopo aver ottenuto un finanziamento dell’Unione Europea, ha dato l’avvio alla ripopolazione di nelle Alpi Centrali tramite il rilascio di individui dalla Slovenia.
Da allora, l’ ha iniziato a spostarsi e riprodursi, a fare insomma quello che era semplicemente previsto dal progetto di reintroduzione. Ne parla “Trieste Animal Day” nella sua ultima nota.

“Nel frattempo però l’essere umano si è dimenticato di questi e degli ecosistemi in cui vive, ha continuato a diffondersi invadendo sempre più la natura e ad un certo punto inevitabilmente si è ritrovato ad essere faccia a faccia con l’orso.
Per chi vive in quei luoghi, la convivenza con l’orso è normale e comprende le necessità della permanenza dei plantigradi e si informa ed evita di trovarsi in situazioni che possano metterlo a confronto con questo animale, poi ci sono invece umani e chi invece poco informati, ignoranti e arroganti, che si oppongono alla presenza dell’orso e si muove sul territorio come se si trattasse di una lepre.
Nel caso in questione, che in questi giorni spopola sui media, le presunte vittime sono due cacciatori, due persone preparate ad uccidere animali liberi che dovrebbero essere idoneamente preparate in caso di incontri con l’orso.
Ora serve capire come si farà a individuare esattamente l’enema responsabile dell’aggressione e ci si interroga se sia giusto uccidere un animale che si trovava nel suo habitat e, molto probabilmente, ha agito per istinto come la natura gli ha insegnato o con l’intento di difendere i suoi cuccioli da potenziali pericoli.
rafforzare le iniziative di educazione e sensibilizzazione in tutti i territori dove vive il plantigrado.
L’associazione Trieste Animali Day si schiera a favore dell’orso, ma soprattutto agli abbattimenti presi senza un minimo di criterio e chiarezza e vanno fermati gli abbattimenti intenzionali dei plantigradi coinvolti in incontri ravvicinati o incidenti scontati in quelle zone”

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *