Primo Festival della Psicologia in Friuli Venezia Giulia presenta la tre-giorni triestina

PRESENTAZIONE ALLA STAMPA DEL PRIMO FESTIVAL DELLA PSICOLOGIA IN FRIULI VENEZIA GIULIA. LEONARDO E LA PSICOLOGIA (TRIESTE 8, 9 e 10 NOVEMBRE 2019)

Dopo le anteprime regionali, svoltesi nel mese di ottobre in varie sedi della regione, il Primo Festival della Psicologia in Friuli Venezia Giulia presenta la tre-giorni triestina, che si terrà in diverse location del capoluogo giuliano nelle giornate dell’8, 9 e 10 novembre e accosterà eventi scientifici, culturali e artistici focalizzati sul rapporto tra la figura di Leonardo da Vinci e la psicologia.

Il programma verrà presentato alla Stampa:

mercoledì 6 novembre, alle ore 11.30
nella Sala Multimediale Tessitori del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia
in Piazza Oberdan, 5 a Trieste

Alla conferenza stampa, che verrà introdotta dal Direttore Scientifico Claudio Tonzar, psicologo, psicoterapeuta e docente all’Università di Urbino, interverranno: Tiziana Gibelli, Assessore alla Cultura e allo Sport della Regione Friuli Venezia Giulia; Mauro Tretiach, Direttore del Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste; Maja De Simoni, Project Manager di ESOF2020; Tiziano Agostini, docente al Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste; Raffaella Ferrari e Loris Celetto, curatori delle sezioni artistica e musicale del programma, e i rappresentanti dei molti partner del Festival.


È una vera “maratona” di tre giorni, quella che a Trieste, tra l’8 e il 10 novembre, coinvolgerà il Museo Revoltella e diverse location dell’Università degli Studi. Le proposte abbracceranno – in linea con le intenzioni del festival – discipline scientifiche, artistiche e culturali in senso ampio, a cominciare dal Trieste Symposium on Perception and Cognition (Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste), che culminerà nella celeberrima Kanizsa Lecture, quest’anno affidata a Roberto Casati (CNRS, direttore Istitut Nicod, Parigi) e dedicata al tema delle ombre, tanto caro a Leonardo.
Altro protagonista delle giornate triestine sarà Giancarlo Bonomo, critico d’arte e grande divulgatore, con il suo spettacolo multimediale “Il teatro dell’Arte. Leonardo da Vinci: la scienza della vita”.
Molti gli interventi a seguire che racconteranno, con visione scientifica, l’eccentricità e il mistero che da sempre circondano Leonardo, la sua immensa creatività e il suo genio scientifico; attesissima è la Lectio Magistralis del filosofo e accademico Maurizio Ferraris, dell’Università di Torino, che parlerà dello sviluppo dell’intelligenza umana.
Una pausa accattivante, sempre di sapore storico-scientifico, sarà dedicata a “Leonardo, ingegno di vino”: Roberto Miravalle spiegherà come sia stato riprodotto e fatto rinascere il medesimo vino che era stato di Leonardo, che sarà poi possibile degustare.
Chiara Bleve, talentuosa pianista di soli dodici anni, sarà protagonista di un concerto che porterà in evidenza le dinamiche e i pregi dei geni precoci e – per tornare alle riflessioni teoriche – sette relatori si impegneranno con i loro interventi su “Psicologia e contesti di vita personale” (dalle abitudini alimentari allo sport, dalla fertilità al contesto giuridico).
La chiusura della tre-giorni sarà affidata al palcoscenico, con “Il sogno di Leonardo”, spettacolo teatrale a cura del Teatro degli Asinelli di Trieste per la regia di Margot De Palo.
Nel corso delle tre giornate triestine rimarrà sempre visitabile anche la mostra “Il pittore deve studiare con regola. Arte e psicologia della visione in Leonardo da Vinci con lo sguardo di Alberto Argenton e della Scuola di Psicologia della Gestalt dell’Università di Trieste; la curatela è di Laura Messina e Tamara Prest.

Il Festival è realizzato dall’Associazione Psicoattività, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, in partnership con l’ Università degli Studi di Trieste, il Comune di Trieste, il Comune di Palmanova, Aetos – Scuola di specializzazione in psicoterapia, Progetto Musica, Teatro degli Asinelli, Associazione Teatrale Cantiere dei desideri, Examina, Fondazione Luigi Bon, Mongolfiere Tascabili. L’evento gode del patrocinio di pro-Esof e della collaborazione di Club per l’Unesco di Udine. Sponsor: Piace Doc, Cjasal di Pition, Nonino e Vini Lunardelli. Si ringraziano inoltre per la realizzazione delle singole giornate: il Comune di Udine che ha dato il suo patrocinio per l’evento di apertura, lo Javni zavod Kulturni dom di Nova Gorica (Slo) e il Goriški muzej Kromberk per gli eventi goriziani, l’International Association for Art and Psychology – Arte e Psicologia per l’evento a Pordenone, il Comune di Gradisca d’Isonzo che ha collaborato all’organizzazione della giornata del 29 ottobre e che ha inserito il Festival all’interno del progetto “Leonardo/Gradisca 1519/2019” un programma di appuntamenti che la cittadina dedica al Maestro toscano, l’Associazione Cantiere dei Desideri di Fiumicello per l’evento a Palmanova.

WEB: www.festivaldellapsicologiafvg.it
FB: www.facebook.com/festivaldellapsicologiafvg
VIDEO sui i temi del festival: http://bit.ly/2nuGykz

Euroland, il bazar tutto triestino! Segui la pagina facebook e metti un like, per non perdere le offerte e le news!

Almanacco News

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *