In prigione il killer della questura scaglia una lavatrice contro gli agenti

Alejandro Augusto Stephan Meran, il 29enne di origini dominicane accusato di aver ucciso gli agenti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego nella sparatoria avvenuta in Questura a Trieste lo scorso 4 ottobre, avrebbe dato in escandescenze in carcere mentre si trovava nei pressi delle docce, brandendo anche bastoni e minacciando gli agenti della Polizia penitenziaria che sarebbero intervenuti per calmarlo. Uno di loro avrebbe riportato contusioni. Una segnalazione dell’accaduto è pervenuta alla Procura.

Secondo una prima ricostruzione fornita da Rai Fvg, ieri Meran avrebbe anche tentato di scagliare una lavatrice contro gli agenti. L’uomo è stato bloccato e immobilizzato. L’agente che ha riportato ferite è stato medicato al pronto soccorso.

Euroland, il bazar tutto triestino! Segui la pagina facebook e metti un like, per non perdere le offerte e le news!

Almanacco News

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *