Premio Marco Luchetta alla giornalista Sara Giudice di Piazza Pulita

La giuria ha nominato quattro giornalisti e fotografi, vincitori del internazionale di Marco di quest’anno. Attraverso il loro lavoro, hanno trasmesso le storie dei bambini ai margini della società, dalle zone di guerra soggette a leggi ingiuste e si sono inchinati ai peggiori disastri naturali.

Il Premio Marco Luchetta viene assegnato alla giornalista Sara Giudice, corrispondente per il programma televisivo Piazza Pulita sul canale La7. Dalla rotta dei Balcani, ha condiviso le storie di minori che, nonostante la diffusione della pandemia, hanno lasciato le loro case e lasciato il Pakistan, l’Afghanistan e la Siria per l’Europa.

Il Premio Saša per il miglior reportage viene assegnato al giornalista pakistano Adnan Sarwar, il famoso volto della televisione inglese Channel 4, quest’anno per un rapporto del ghetto di Cape Flats a Capetown, in Sudafrica, dove 279 bambini sono morti nell’ultimo anno di morte violenta.

Il premio per i giornalisti della stampa italiana va a Nello Scavo: nel diario di Avvenire pubblica la storia della piccola Simba, salvata dalle acque del Mediterraneo dalla nave Mare Jonio.

Il Premio Dario D’Angelo per i giornalisti di quotidiani stranieri va ad Antonio Pampliega, che ha pubblicato sul quotidiano spagnolo El Independiente le storie di ragazze costrette a sposarsi in Afghanistan e condannate in caso di fuga.

Il Premio Miran per il servizio fotografico viene assegnato ad Andrea Frazzetta con uno scatto delle coste allagate del Golfo del Bengala in Bangladesh, pubblicato sul New York Times.

Il 17 ° Premio Internazionale Luchetta culminerà il 3 ottobre, quando i vincitori saliranno sul palco del Link Press Festival di Trieste e riceveranno un prestigioso premio da Giovanna Botteri.

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *