Portuali Trieste: domani si torna al lavoro, ma senza risultati bloccheremo Roma e tutta Italia

“Questa prima battaglia è stata vinta”: da domenica i portuali di Trieste tornano al lavoro, ma promettono di non fermarsi. ll Coordinamento dei portuali ha reso nota la sua decisione: “Abbiamo dimostrato la forza dei lavoratori e di coloro che li hanno sostenuti nella difesa della democrazia e della individuale”.
Nel secondo giorno di sit-in, a metà pomeriggio, i manifestanti erano oltre duemila e altri quattro pullman sono arrivati. A differenza di venerdì, un maggior numero di sostenitori “No pass” si sono aggiunti, sposando la causa dei lavoratori e arrivando anche da altre Regioni. È arrivato pure l’attore comico Enrico Montesano a sostenere la causa dei lavoratori triestini e non solo.

portuali trieste presidio Montesano

Cori e tamburi – Nel parcheggio antistante il varco si sono posizionati furgoni e camper, messi a disposizione per chi volesse riposare un po’. Per il resto si sono alternati momenti di cori “no Green pass” e “Libertà” al ritmo di tamburi. Vicino ai tornelli le casse hanno risuonato hit evergreen e i presenti si sono uniti in coro.

Le attività non si fermano, nonostante la protesta – Il Coordinamento lavoratori portuali di Trieste, organizzatore della ha precisato che l’attività del porto “non si ferma”, nonostante la protesta. La conferma è poi arrivata dall’Authority. “Il rallentamento delle attività ha interessato in modo diverso i vari terminal: in alcuni l’operatività è stata bassa, mentre per altri quasi a regime. Le differenze sono attribuibili alla difficoltà di formare delle squadre complete a causa dell’assenza di una parte dei lavoratori”.

Puzzer: “Se il 30 non ritirano il Green pass, blocchiamo Roma e l’Italia” – Secondo il leader del Clpt, Stefano Puzzer, “è andato a lavorare attorno al 40% dei portuali su circa un migliaio. Di questo penso che il 10% sia senza Green pass”. Se il 30 ottobre “non otteniamo il ritiro del Green pass, bloccheremo tutta l’ Italia”, ha tuonato. “Diverse aziende del Porto – ha sostenuto il Coordinamento in una nota – starebbero violando la normativa sull’obbligo del possesso ed esibizione della certificazione per lavorare”.


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...