Pedocin aperto: bagnanti in fila alle 7, ingressi contigentati

Trieste 1 giugno 2020 – superstar! I primi sei erano in fila già alle 7.15, un quarto d’ora prima che si aprissero i cancelli dello stabilimento La , chiamato affettuosamente “pedocin” dai triestini. Alle 10 poi, nel comunale storico di Trieste, noto per il muro che divide la sezione dei maschi da quella delle femmine, c’erano già “una settantina di donne e una ventina di uomini”, pronti a inaugurare la stagione balneare, che nel capoluogo regionale prende il via oggi con nuove regole anti covid. Alla Lanterna sono previsti ingressi contingentati (“potranno essere presenti simultaneamente 300 donne e 150 uomini”) e divisi per turni, mattina e pomeriggio.
Durante la pausa si procederà con la sanificazione delle sedie.
Dalle 9 – spiega l’assessore comunale Lorenzo Giorgi – anche il lungomare di Barcola, tra i luoghi preferiti dai cittadini per la tintarella, si è popolato. Da oggi è attivo il servizio di salvamento. “Abbiamo installato 150 cartelli che ricordano ai bagnanti le regole da osservare: dal momento che la spiaggia è libera e non si possono contingentare gli ingressi, chiediamo la collaborazione di tutti”, è l’invito dell’assessore. Un gruppo di “volontari riconosciuti dalla protezione civile, composto tra gli altri da ex appartenenti alle forze di polizia e a vigili del fuoco volontari, svolgeranno un servizio di cortesia”.


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...