Parenti e amici dei performer Pupkin Kabarett non vogliono più avere nulla a che fare con loro

Lunedì 3 febbraio ore 20.33

La compagnia del , si presenta immancabilmente anche questo lunedì per offrire un’altra serata indimenticabile al suo affezionato pubblico. “D’altronde” tengono a far sapere dal Miela, “ogni puntata di questo stralunato cabaret è sempre un happening imprevedibile e indimenticabile per tutto il pubblico, ma soprattutto per gli eventuali parenti e amici dei performer che dopo averli visti sul palco non vogliono più avere nulla a che fare con loro”.
Per questo lunedì si annuncia una serata canterina e pre-sanremese, in cui verranno svelate alcune anteprime del Festival della Canzone italiana, con la presenza di personaggi che hanno già fatto scandalo tra tutti i fan di Albano e Romina. A corredo della speciale serata n on potrà mancare il duo di cantanti e performer giapponesi reso celebre dal Pupkin, che si esibirà con la traduzione simultanea curata da Alessandro Mizzi ( il quale ha da poco studiato la lingua giapponese in un corso intensivo a Kyoto col solo scopo di poter ordinare il sushi a domicilio stupendo al telefono i ristoratori nippo-triestini).
Nella serata, oltre a tutte le solite amenità pupkiniane, tra radiodrammi di coppia, monologhi strampalati e inimitabili imitazioni, vi sarà anche un angolo riservato alla cultura e ad una nuova uscita editoriale triestina. E cioè il libro “Cabareto (un pochi de tochi patochi e no pochi biceri )” di Luca Cattonaro (Calembour Editore). L’autore e l’editore del libro presenteranno sul palco questa raccolta di versi, “una raccolta di poesie surreali, ‘storte’, in dialetto triestino (con traduzione minima a margine) e con un dialogo finale tra i due più grandi poeti alabardati, per raccontare la gente di una città che quando non si prende troppo sul serio sa essere allegra e autoironica come poche”. Un libro indubbiamente affine allo spirito del Pupkin e con cui il suo autore afferma di ambire a diventare “il Walt Whitman di Cologna-Scorcola – il quartiere di Trieste in cui vive – sperando di non diventare l’Edgar Lee Masters di se stesso”.
Laura Bussani, Stefano Dongetti, Flavio Furian e Alessandro Mizzi e i loro ospiti saranno affiancati dalla Niente Band al gran completo in un esplosivo quintetto composto da Riccardo Morpurgo, Falvio Davanzo, Andrea Zulian, Piero Purini e Luca Colussi da sempre la spina dorsale musicale del Pupkin Kabarett con i suoi accompagnamenti e le sue raffinate rielaborazioni di standard pop, jazz e rock.

organizzazione: Bonawentura

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...