Pallanuoto, gli eroi alabardati espugnano il difficile Salerno

SERIE A1 MASCHILE: TRIESTE CONTINUA A VINCERE
GLI ALABARDATI SI IMPONGONO SULLA RN SALERNO
BETTINI: “PRESI TRE PUNTI SU UN CAMPO DIFFICILE”

La marcia della Pallanuoto Trieste non si ferma. Nella quinta giornata del campionato di serie A1 maschile, la sponsorizzata Samer & Co. Shipping ha superato in trasferta la Rn Salerno per 11-16, restando così al terzo posto della classifica, a -2 dalle battistrada e Ortigia Siracusa. Match ricco di gol quello della “Simone Vitale”, che i ragazzi di Daniele Bettini hanno gestito con buona disinvoltura. “Bene così – analizza l’allenatore – proseguiamo sulla nostra strada prendendo tre punti su un campo molto difficile. Abbiamo commesso sì tanti errori, ma prodotto una notevole quantità di gioco”.

Avvio di gara complicato per gli alabardati. Buljubasic trova lo 0-1 in superiorità, Cuccovillo dalla distanza e l’ex Elez con l’uomo in più firmano il 2-1 per i padroni di casa, poi Bego (sempre in superiorità) insacca il 2-2. Negli ultimi 30’’ del primo periodo però Trieste perde Buljubasic (definitiva per gioco violento) e nella successiva inferiorità numerica subisce il 3-2 per mano di Luongo. Dal secondo periodo in poi però gli ospiti cambiano decisamente passo. Vrlic in superiorità impatta (3-3), Mezzarobba serve a Bego un pallone solo da spingere dentro (3-4), il centroboa croato fa tripletta colpendo anche dal perimetro con l’uomo in più (3-5). Tomasic accorcia, subito dopo Podgornik risponde con una staffilata sul primo palo (4-6). Trieste tiene bene anche in fase difensiva, Oliva para un rigore a Elez e si supera in un altro paio di occasioni. Inaba scrive 4-7 su rigore e Bini inventa una gran conclusione dopo un dribbling: 4-8 all’intervallo lungo.

Nel terzo periodo l’intensità del match resta molto alta. Esposito sigla il 5-8, Bego sforna una superba conclusione da boa (5-9), poi vanno a segno Luongo (6-9 in superiorità) e capitan Petronio (6-10). Oliva para un altro rigore, questa volta su Luongo, e Vrlic (uomo in più) spinge Trieste sul massimo vantaggio: 6-11. I campani però non ci stanno e con due gol in rapida successione di Lungo restano in scia (8-11 a 8’ dalla fine). Nel quarto periodo Trieste però non si scompone. Inaba è una sentenza su rigore (8-12), Parrilli prova a tenere vive le speranze giallorosse (9-13), ma prima Bini in controfuga e dopo lo scatenato Bego con un tap-in con l’uomo in più fanno 9-14 a 5’40’’ dalla fine. Gli alabardati controllano le ultime sfuriate offensive del Salerno e arrotondano con una doppietta di Inaba che fissa sul risultato sul definitivo 11-16. “Confronto nervoso – concluse il d. Brazzatti – noi siamo stati bravi a prendere vantaggio e l’abbiamo amministrato senza soffrire. Vittoria pesante”.
13 novembre altra gara di alla “Bruno Bianchi”, arriva la campione d’Europa in carica.

RN SALERNO – PALLANUOTO TRIESTE 11-16 (3-2; 1-6; 4-3; 3-5)
RN SALERNO: Santini, M. Luongo 4, Esposito 1, Sanges 1, Gluhaic 1, Spatuzzo, Tomasic 1, Cuccovillo 1, Elez 1, Parrilli 1, Fortunato, Pica, Taurisano. All. Citro
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik 1, Petronio 1, Buljubasic 1, Vrlic 2, Jankovic, Bego 5, Mezzarobba, Razzi, Inaba 4, Bini 2, Mladossich, Cattarini. All. Bettini
Arbitri: Colombo e Castagnola
NOTE: nel primo periodo espulso Buljubasic (T) per gioco violento; nel secondo periodo Oliva (T) ha parato un rigore a Elez e nel terzo periodo a Luongo; superiorità numeriche Rn Salerno 6/12 + 2 rigori, Pallanuoto Trieste 7/15 + 2 rigori

Andrea Razzi

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...