Pallanuoto A1 maschile, Trieste annienta Siracusa

Giacomo Bini pallanuoto Trieste

Giacomo Bini

Successo prezioso per la Trieste nella gara di andata della finale per il quinto posto (e spareggio per la qualificazione in Euro Cup) della serie A1 maschile. Alla “Bruno Bianchi” la squadra del main-sponsor Samer & Co. Shipping ha superato l’ per 13-10, tre gol di vantaggio da provare a difendere ora nella gara di ritorno in programma sabato 22 maggio in Sicilia. “I ragazzi hanno sfornato davvero una grande prova – spiega l’allenatore Daniele Bettini a fine match – tutti hanno fornito un ottimo apporto in una gara difficile e importante. Non posso che essere pienamente soddisfatto”.
Trieste parte forte, trascinata da uno scatenato Bini. Il mancino toscano sblocca la situazione in superiorità dopo 41’’, trova il 2-0 e mette dentro pure il 3-0 con una precisa stoccata sul palo lungo. Napolitano accorcia con l’uomo in più (3-1), Turkovic finalizza con il 4-1 un’azione corale in superiorità e Razzi in controfuga confeziona il 5-1. Ma a 5’’ dalla fine (una costante incredibile in questo match, l’Ortigia ha sempre segnato negli ultimissimi istanti di tutte e quattro le frazioni) Giacoppo scrive 5-2. Si segna tanto anche nel secondo periodo. Rossi riporta in scia i siciliani (5-3), Mladossich e Mezzarobba (in superiorità) fanno 7-3, Napoletano da boa tocca il pallone quel tanto che basta per il 7-4 e Buljubasic firma l’8-4. Poi, a 1’’ dal cambio di campo, Vidovic in superiorità fa 8-5.
Nel terzo periodo la Pallanuoto Trieste sembra addirittura poter prendere il largo. Buljubasic buca Tempesti da boa (9-5), Napolitano è il più veloce di tutti su una palla vagante con gli alabardati in doppia inferiorità numerica (9-6), poi arrivano le segnature di Mladossich dal palo con l’uomo in più (10-6), Napolitano sempre con l’uomo in più (10-7) e ancora Mladossich (di nuovo in superiorità) con una splendida conclusione al volo sul primo palo (11-7). Una magia di Mezzarobba, “alzo e tiro” con palla sotto l’incrocio, vale il +5 per i padroni di casa (12-7). Di nuovo però, esattamente a 1’ dalla fine del tempo, l’Ortigia trova ii gol con Rossi su rigore (12-8). Nel quarto periodo entrambe le squadre iniziano un po’ a speculare sulla differenza reti. Francesco Condemi, sempre in superiorità, realizza il -3 (12-9), Mezzarobba è lesto dal palo con l’uomo in più (13-9), ci pensa Oliva con tre grandi interventi e un rigore parato a Vidovic a difendere il prezioso +4 alabardato. A 4’’ dalla sirena finale Rossi in transizione mette dentro il definitivo 13-10.
“Successo legittimo, complimenti alla squadra e all’allenatore – chiosa il d.s. Andrea Brazzatti – avevano bisogno di una prestazione così bella dopo una stagione tribolata. Abbiamo vinto il primo round, c’è ancora la gara di ritorno tutta da giocare. Ma intanto godiamoci questo momento”.

PALLANUOTO TRIESTE – ORTIGIA SIRACUSA 13-10 (5-2; 3-3; 4-3; 1-2)
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio, Buljubasic 2, Razzi 1, Turkovic 1, Diomei, Milakovic, Vico, Mezzarobba 3, Bini 3, Mladossich 3, Persegatti. All. Bettini
ORTIGIA SIRACUSA: Tempesti, Cassia, F. Condemi 1, Rocchi, Di Luciano, Ferrero, Giacoppo 1, A. Condemi, Mirarchi, Rossi 3, Vidovic 1, Napolitano 4, Piccionetti. All. Volarevic
Arbitri: Colombo e L. Bianco
NOTE: usciti per limite di falli Podgornik (T) e Mladossich (T) nel terzo tempo, Milakovic (T) e Rocchi (S) nel quarto tempo; nel quarto tempo Oliva (T) ha parato un rigore a Vidovic; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 6/9, Ortigia Siracusa 6/15 + 2 rigore


corsi sicurezza lavoro Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...