Open call per giovani artisti sul tema “See the Sea Change”

È aperta la call per giovani artisti per la progettazione di opere d’arte che utilizzino le nuove tecnologie (incluse installazioni e performing-art) sul tema “See the Sea Change”.

Il concorso è promosso da GRUPPO78 International Contemporary Art Trieste con la collaborazione di OGS (Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale) nell’ambito delle attività di ESOF 2020 Trieste

Scadenza 1 agosto


Vedere il cambiamento del mare: Gli oceani e i mari sono la culla della vita sul nostro pianeta. Il pianeta blu, “la biglia blu”, si è formato circa 4,5 miliardi di anni fa. Gli oceani si sono formati a 3,8 miliardi di anni fa. L’acqua è arrivata grazie al bombardamento di meteoriti e dalle rocce sotterranee ed infine la vita è apparsa sul pianeta. Dapprima sono comparsi i microrganismi unicellulari (Bacteria e Archaea) e in seguito una forma di vita microscopica più complessa, i nostri progenitori unicellulari. C’è voluto molto tempo per la generazione di organismi multicellulari complessi che sono tuttora in evoluzione e rappresentano il patrimonio mondiale della biodiversità. Tanto più esploriamo l’oceano, tanto più comprendiamo di non conoscerlo e che forse non lo conosceremo mai nella sua interezza. Un aspetto fondamentale del mare è il suo costante cambiamento e il suo evolversi naturalmente, ma anche a causa delle molte pressioni antropiche esercitate dagli esseri umani. L’inquinamento (chimico, fisico o acustico), l’acidificazione (il pH diminuisce perché sempre più CO2 atmosferica viene assorbita dal mare), l’incremento di temperatura, la fusione dei ghiacciai, l’innalzamento del livello del mare e il cambiamento climatico stanno trasformando con una rapidità senza precedenti il mare. Capire come la biodiversità marina risponde a questi cambiamenti è un tema di assoluta priorità.

Regolamento di partecipazione

1. Soggetto promotore

Il soggetto promotore del Concorso è IL GRUPPO78 International Contemporary Art associazione culturale di Trieste, che da più di quarant’anni promuove e divulga l’arte contemporanea, con 600 iniziative realizzate, per lo più in ambito internazionale. Dal 2015 promuove in particolare il connubio arte/scienza/tecnologia.

2. Finalità del concorso

L’obiettivo dell’open call è rappresentare l’enorme cambiamento in atto nel pianeta – in particolare del mare – e aumentare la consapevolezza del pubblico sul fenomeno, utilizzando i mezzi artistici. La velocità del mutamento, la responsabilità di cittadini e istituzioni, il senso globale del mare e della vita nel mare sono i temi che dobbiamo comprendere meglio grazie ad una metodologia scientifica e pubblica. L’idea è quella di un concorso internazionale rivolto agli artisti under 35, basato su un tema di rilevanza scientifica e pubblica. L’auspicio è che l’iniziativa possa creare un ponte concettuale e metodologico tra ricerca scientifica e sperimentazione artistica e che serva come veicolo divulgativo per attrarre l’interesse del pubblico su un tema di elevata importanza e attualità.

3. Progettazione di un’opera d’arte

La partecipazione al concorso richiede la progettazione di un’opera d’arte che utilizzi le nuove tecnologie (incluse installazioni e performing-art) sul tema “See the Sea Change”. Il tema può essere liberamente sviluppato, ma i suoi contenuti si devono basare su fatti o teorie riconosciuti dalla comunità scientifica internazionale. Nel modulo di registrazione i tipi di file ammessi per la documentazione richiesta (autopresentazione, CV, progetto candidato, documentazione visiva ecc ) sono i seguenti: pdf; jpg; mov.; mp4.

Target: internazionale (in particolare europeo), artisti under 35

4. Premio, Giuria

Il progetto giudicato migliore da una Giuria creata ad hoc, composta da membri interni al Gruppo78, dell’OGS ed esterni, sarà premiato con una somma in denaro di Euro 2.000,00. Inoltre la giuria segnalerà altri due progetti che insieme al vincitore saranno esposti – in forma grafica/illustrativa – nella mostra al Museo U.Carà di Muggia (v. paragrafo successivo) al cui interno avverrà pure la proclamazione del vincitore/trice.

5. Mostra e divulgazione

I progetti migliori saranno esposti , in forma grafica, stampati o visualizzati tramite videoproiezione, al Museo d’Arte Moderna U. Carà, a Muggia – concesso a Robotics, Festival di Arte e Robotica e altre tecnologie – nel periodo 21 agosto-27 settembre 2020. Per quanto riguarda la realizzazone concreta dell’opera vincitrice (a spese dell’autore con il premio acquisito) si rimanda a esposizione successiva, sperabilmente in un momento in cui le regole di contenimento da covid 19 siano superate. La sede verrà poi individuata e comunicata al vincitore/trice.

Dead-line dell’open call: 1° agosto 2020

Il concorso e le opere vincitrici verranno ampiamente promosse dagli organizzatori sul sito di Robotics e attraverso diversi canali di comunicazione, quali social media, materiale promozionale, stampa cartacea e online.

6. Modalità di partecipazione

SCARICA QUI IL MODULO D’ISCRIZIONE in Italiano o  INGLESE

da inviare al seguente indirizzo mail: segreteria@g78robotics.it

Per i partecipanti MINORENNI è necessario allegare una liberatoria di un genitore/tutore al MODULO D’ISCRIZIONE

 

Comitato organizzatore

Maria Campitelli – Gruppo78 International Contemporary Art | Francesca Malfatti – Università degli Studi di Trieste | Max Jurcev – OGS

Almanacco News
COOP online » Fai la tua spesa QUI

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *